Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Benvenuti tra buche, polvere e fango: ecco la Baia di Portonovo ad una settimana dalla Pasqua

Benvenuti tra buche, polvere e fango: ecco la Baia di Portonovo ad una settimana dalla Pasqua
Benvenuti tra buche, polvere e fango: ecco la Baia di Portonovo ad una settimana dalla Pasqua
di Roberto Senigalliesi
4 Minuti di Lettura
Sabato 9 Aprile 2022, 10:35

ANCONA - Gli operatori della baia sono oramai pronti, ma il contesto in cui inizieranno a lavorare non è certamente ottimale. Sta per diventare a pieno ritmo la stagione di Portonovo ma i problemi nella baia sono sempre più evidenti ed in gran parte tutti da risolvere. La prossima settimana, proprio per le festività pasquali, saranno operativi tutti i ristoranti della baia ma gli operatori, specie del lato molo, lamentano diverse e solite criticità che si incontrano prima di sedersi ai tavoli. L

asciamo perdere le spiagge, che hanno fortemente risentito delle mareggiate ma di cui si inizierà a parlare a maggio) ma buche, avvallamenti, fango e polvere la fanno da padroni. Non certo un bel biglietto da visita per una località da bandiera blu e conosciuta per le sue bellezze naturalistiche. Il percorso ad ostacoli inizia già lungo la strada che conduce alla baia, che presenta diverse buche a causa del traffico elevatissimo di auto che si verifica durante l’estate.
I lavori dell’Enel
La situazione non migliora, anzi, quando si arriva la parcheggio Lago Grande dove, tra recenti lavori dell’Enel che ha posizionato cavi per il potenziamento della rete, ed il cedimento della patina di impermeabilizzazione alla strada effettuata qualche anno fa, a farla da padrone sono appunto buche, pozze d’acqua negli appositi posti per auto e polvere quando non piove. Addirittura nei tre stalli installati lo scorso anno dal Comune dietro il ristorante Il Laghetto l’acqua ed il fango sono presenti in maniera stabile.
Il biglietto da visita

«Non è certamente un bel biglietto da visita per un posto che è conosciuto e frequentato oramai da tante persone – afferma Federica Rubini del ristorante Emilia -. Chiediamo maggiore considerazione da chi di dovere ed maggior decoro che si riflette peraltro nell’immagine complessiva della baia a fronte dei tanti turisti che arrivano da queste parti».
Si associa Fabrizio Giacchetti del ristorante Il Molo. «Noi ristoratori – afferma – cerchiamo di rendere i nostri locali sempre più accoglienti possibile ma a volte cadono le braccia vedere certe cose. Siamo arrivati quasi a metà aprile, tra poco la stagione decollerà definitivamente, ed un minimo segnale di attenzione sarebbe necessario. Finora sono stati potati solo gli alberi, un lavoro che peraltro andava fatto, ma niente per quanto riguarda buche sull’asfalto ed acqua nelle strade».
Anche Gianni Boriani dello stabilimento Franco, tra un ritocco e l’altro alle cabine in attesa di aprire a maggio, ne fa una questione (irrununciabile) di decoro. «Siamo alle solite, purtroppo, ogni anno la situazione non cambia. Speriamo che l’Enel provveda a sistemare le strade dissestate dai lavori e che si intervenga su un decoro complessivo».
Ricordiamo che quest’anno la gestione dei servizi relativi a Portonovo a Mezzavalle, compreso il campeggio comunale ed i parcheggi, sono stati assegnati alle Coop. Atlante e Opera, che hanno battuto l’offerta di Heasy Help e Marche Global Service, affidatari fino allo scorso anno, mettendo sul piatto 135.000 euro di canone anno più 45.000 per investimenti. La gestione durerà tre anni, con opzione per il quarto ed è operativa dal primo aprile scorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA