Filma l'assessore con il cellulare
Consigliere rischia l'espulsione

Venerdì 9 Settembre 2016
I vigili urbani con il consigliere Tombolini

ANCONA - Le riprese con lo smartphone in Consiglio scatenano il caos a Palazzo degli Anziani. L’assessore Urbinati diffida il consigliere Tombolini a diffondere le immagini riprese dall’esponente di 60100, durante l’intervento sui lavori del ponte di Casine di Paterno, «perché possono finire in mani sbagliate». Il consigliere continua, nonostante la diffida del presidente dell’aula Pelosi. E all’ennesimo richiamo ignorato, con toni sempre più accesi, scatta l’ultimatum di Pelosi. «O si calma e la smette oppure la faccio accompagnare fuori».

Parole seguite dall’arrivo dei due vigili urbani, in servizio a Palazzo degli Anziani, allo scranno del consigliere Tombolini. Niente espulsione, ma nervi tesi. Con un battibecco fuori microfono anche tra Tombolini e il sindaco. E la sospensione dei lavori per far calmare gli animi.  La bagarre è divampata durante le interrogazioni. Il consigliere Gramazio (La Tua Ancona) ha chiesto a che punto era il caso della via Monteferro. Domanda e risposta dell’assessore Urbinati sono stati riprese con il telefonino dal consigliere Tombolini (60100). Ruolo poi invertiti tra i consiglieri quando Tombolini ha chiesto spiegazioni sul ponte di Casine di Paterno. E qui, prima di rispondere, l’assessore Urbinati ha sottolineato di «non autorizzare le riprese e il loro uso perché potrebbero finire in mani sbagliate».

«Questa seduta è pubblica e in streaming - la replica di Tombolini - quindi io faccio riprese audio e video». Urbinati, visibilmente contrariato, ha completato la risposta per poi allontanarsi alla replica di Tombolini. «Se pubblica quel filmato lo denuncio - ha esclamato l’assessore nei corridoio - Temo scorrettezze di una persona non corretta che fa solo propaganda». «Le immagini? Le caricherò su facebook e altri canali» la replica a distanza di Tombolini dopo lo scontro verbale con il presidente Pelosi e il rischio espulsione. I lavori

© RIPRODUZIONE RISERVATA