Stop a bulli e vandali, in arrivo anche le super telecamere: la città spiata da un Grande Fratello con oltre 200 occhi

In arrivo le telecamere Ocr
In arrivo le telecamere Ocr
di Stefano Rispoli
4 Minuti di Lettura
Sabato 6 Novembre 2021, 07:25

ANCONA - Stop a bulli e writers: la sicurezza passa dall’estensione e dal potenziamento della videosorveglianza. D’altronde, gli occhi elettronici si sono rivelati un’arma decisiva per stanate le baby gang che hanno sconquassato il centro in un’estate ad alta tensione e i vandali che hanno seminato distruzione ovunque.

Decine di ragazzini scatenati sono stati incastrati dalle forze dell’ordine anche grazie all’ausilio delle immagini riprese dalle spycam disseminate in città e si spera che dai frame la polizia possa presto arrivare a dare un nome a chi mercoledì sera ha selvaggiamente picchiato una ragazza di 16 anni sotto i portici di piazza Cavour, al culmine di una rissa che ha coinvolto un nutrito gruppo di giovani: 13 di loro sono stati identificati all’arrivo delle Volanti, molti altri sono scappati. 


Ora gli investigatori stanno setacciando minuziosamente i filmati per capire chi sono i responsabili dell’aggressione-choc. Sono 172 le telecamere gestite dal Comune che ad oggi spiano il capoluogo, ma presto sfonderanno quota duecento grazie ai progetti portati avanti dall’assessorato alla Sicurezza. Nell’ultimo anno e mezzo, infatti, le forze dell’ordine hanno utilizzato 155 volte le riprese che hanno dato un impulso decisivo alle indagini anti-bulli e ora il Grande Fratello cittadino si prepara ad estendere ulteriormente il suo raggio d’azione. In arrivo 33 super telecamere Ocr, così tecnologiche da poter leggere in tempo reale le targhe delle auto: verranno installate in 15 punti, lungo le vie più trafficate, all’entrata e all’uscita della città e in corrispondenza degli incroci più pericolosi. 

Un’altra dozzina di spycam, invece, inquadreranno altre zone “calde”, dove i teppisti non danno pace. «Abbiamo approvato progetti per posizionare nuove telecamere al Guasco, attorno all’anello di piazza del Papa - spiega l’assessore Stefano Foresi -, al parco Pacifico Ricci contro gli spacciatori, ai giardini di via Scosciacavalli e al PalaBrasili di Collemarino, dove i vandali hanno ripetutamente fatto danni. Inoltre, potenzieremo la videosorveglianza già presente in piazza Salvo D’Acquisto». Qui nel gennaio scorso un vandalo aveva sradicato due spycam nel sottopassaggio del Centro per l’impiego: il 19enne è stato individuato e il Comune gli ha presentato un conto da 1.712 euro, mentre altri 700 euro sono stati chiesti al giovane che ad agosto, in preda all’ira, ha distrutto l’ascensore del ponte di Collemarino. «Abbiamo telecamere collegate H24 con la centrale della Polizia locale - aggiunge Foresi -, come le 4 puntate sul Monumento al Passetto, quelle di piazza Roma, della stazione, di piazza d’Armi e del teatro delle Muse». 


Ma non basta. A giorni partiranno i lavori per l’installazione di 33 potentissime telecamere Ocr (a riconoscimento ottico dei caratteri), un software che permette di individuare all’interno di un video la porzione d’immagine che contiene la targa dell’auto, isolarla e, analizzando la forma dei caratteri, “leggerla” in pochi secondi, con un margine d’errore minimo. Il progetto prevede l’installazione delle 33 super telecamere in 15 varchi, dall’Asse nord-sud a Pontelungo, da Candia al Pinocchio, dalla rotatoria di Posatora a via Conca, dalla Flaminia all’Aspio.

Le Ocr verranno accese soprattutto alla Baraccola (alle rotatorie della concessionaria Ferrari e dell’Obi e sul ponte in uscita dalla Ss16 nei pressi della Diba), in via della Madonnetta, all’arco degli Angeli e sulla strada per Portonovo, ma anche all’uscita della galleria della Montagnola, sulla variante. Serviranno a stanare i furbetti dell’assicurazione o della revisione scaduta, a ricostruire incidenti, a rintracciare pirati della strada, auto rubate e ladri in fuga, grazie alle registrazioni H24 che verranno archiviate da un server del Comune per 7 giorni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA