Dal centro storico alla periferia, fino alle frazioni: pronti 3 milioni contro le buche. Ecco le strade interessate dal lifting

Sabato 29 Maggio 2021 di Stefano Rispoli
La Strada Vecchia del Pinocchio verrà sottoposta a lifting

ANCONA - Dal centro alle frazioni, dalla periferia al cuore della città. Altri 3 milioni e 200mila euro sono in arrivo per riparare le strade più disastrate del capoluogo. Il Comune punta a far partire i lavori entro ottobre, ma prima servirà l’ok della giunta al progetto arrivato alla fase definitiva. I quattro lotti indipendenti dovrebbero scattare quasi in contemporanea. Il pacchetto comprende almeno una ventina di vie, ma l’elenco dettagliato diventerà ufficiale solo quando l’iter per l’approvazione del restyling verrà perfezionato. 

 

 

LEGGI ANCHE:

Parole grosse tra clienti e cameriere per un complimento ad una ragazza: allarme rientrato ma scatta la multa anti Covid per tutti

 


Alcune certezze, però, ci sono già. A partire dalle frazioni, dove i residenti, stanchi di sentirsi cittadini di serie B, finalmente potranno sorridere, senza più paura di soffrire di mal di schiena per colpa delle buche. Nel programma autunnale degli asfalti, infatti, rientrano la strada di collegamento tra Montesicuro e l’Aspio e quella tra lo stesso Aspio e Candia, a partire dal Villaggio Verde. Verranno rattoppati anche alcuni tratti della strada che da Gallignano conduce a Casine di Paterno, ma pure quella che da Posatora arriva al Ghettarello. In sala trucco entrerà anche la Baraccola. Non tutta, ma le sue arterie principali sì, a cominciare da una parte di via Primo Maggio e, probabilmente, via Filonzi. Resterà l’emergenza, invece, in via Scataglini, che non rientra nel piano del restyling: eppure le buche lì raggiungono dimensioni allarmanti. 


In autunno vedremo le ruspe al lavoro anche nel centro storico. Via Calatafimi e via Castelfidardo rientrano infatti in uno dei 4 lotti delle riparazioni. Idem via Friuli e alcune strade del quartiere Adriatico, ma non via Rismondo, che pure invoca pietà da anni per lo stato in cui versa. È sicuro anche il restyling di via Montale e di via della Ricostruzione. Possono esultare pure i residenti di via Di Vittorio, in zona Baraccola: si sentivano ormai dimenticati e abbandonati al proprio destino. Con il prossimo piano asfalti si interverrà inoltre in via del Castellano e sulla Strada Vecchia del Pinocchio che oggi assomiglia a un tratturo perché si è deteriorata anche la corsia recentemente piallata dal Comune. 


Gli interventi da 3,2 milioni, in via di definizione, si sommano a quelli da 2,5 milioni che stanno per partire: «I cantieri degli appalti già aggiudicati si metteranno in moto entro giugno», ha garantito l’assessore ai Lavori pubblici, Paolo Manarini. Dall’Asse nord-sud a via della Loggia, dal Poggio a via San Martino, passando per via Montagnola, Monte Dago, Vallemiano, via Grotte e via del Conero: il restyling sta per scattare. Conti alla mano, il Comune nell’arco di 6 anni toccherà quota 30 milioni di euro spesi per rifare il look alla rete stradale del capoluogo, al ritmo di 5 milioni l’anno. 

 

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 22:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA