Specialisti nei furti nei centri commerciali fermati dai carabinieri: scattano le denunce

Sabato 24 Ottobre 2020
Specialisti nei furti nei centri commerciali fermati dai carabinieri: scattano le denunce

ANCONA - Ieri mattina, in Ancona, lungo via Flaminia, i carabinieri del Radiomobile del Norm, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno sottoposto a controllo un’autovettura condotta da un uomo, 22enne residente in provincia di Pescara che era con la moglie 20enne convivente, entrambi di origine rumena. Nel corso degli accertamenti gli stessi non hanno fornito una plausibile spiegazione sulla loro presenza nel capoluogo dorico e peraltro a loro carico risultavano numerosi precedenti di polizia, dai quali spiccava una particolare predisposizione ai furti di prodotti esposti negli esercizi commerciali, alcuni dei quali commessi proprio nel comune di Ancona.

 

LEGGI ANCHE:

 

Asfalti, 10 strade nel piano straordinario di manutenzione da 500mila euro finanziato con gli incassi dell'autovelox
 

Questi elementi hanno indotto i Carabinieri ad un controllo più accurato del veicolo e nel corso della perquisizione hanno rinvenuto nel vano retrostante il sedile del conducente una busta contenente diversi prodotti - perlopiù di cosmetica - inscatolati ed integri. Alla richiesta di chiarimenti comprovante l’acquisto degli stessi prodotti sia l’uomo che la donna non hanno fornito valide giustificazioni né hanno esibito scontrini fiscali. Nel corso di queste operazioni ai militari non è sfuggito che la donna fosse in possesso di una borsa il cui interno era stato modificato con lo scopo di ottenere una “schermatura” ed eludere i varchi antitaccheggio degli esercizi commerciali. Tutti i prodotti rinvenuti dal valore di circa 300 euro, e la borsa sono stati sottoposti a sequestro in attesa di essere restituiti ai proprietari così per  entrambi è scattata la denuncia in procura per il reato di ricettazione in concorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA