Nuove telecamere ad Ancona, altri occhi elettronici anti vandali su scuole, parchi e palazzetti

Nuove telecamere ad Ancona, altri occhi elettronici anti vandali su scuole, parchi e palazzetti
Nuove telecamere ad Ancona, altri occhi elettronici anti vandali su scuole, parchi e palazzetti
di Massimiliano Petrilli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Agosto 2022, 04:00

ANCONA - Occhi elettronici puntati su parchi, impianti sportivi, scuole. E anche il centro commerciale di Torrette dove negli ultimi mesi sono stati segnalati diversi raid di vandali con lanci di mattoni sulle auto posteggiate. La Giunta ha infatti approvato il progetto per il potenziamento della videosorveglianza in città di Ancona.

Saranno installati quaranta kit di videosorveglianza con sistemi di trasmissione dati e strutture aggiuntive, per un totale di 160 telecamere, per una spesa complessiva prevista di 158.600 euro.

La scelta

«Con questo ulteriore intervento – spiega l’assessore alla Sicurezza, Stefano Foresi – il Comune di Ancona rafforza la prevenzione e il contrasto all’illegalità, ampliando il controllo sul territorio, in supporto e in collaborazione con le Forze dell’Ordine. L’integrazione dei provvedimenti di garanzia della sicurezza pubblica e di repressione della criminalità, microcriminalità e vandalismo, si integra con tutte le altre azioni messe in campo dall’Amministrazione per la promozione della convivenza civile e del rispetto dei luoghi e delle persone». «Il progetto – aggiunge l’assessore all’Informatica, Andrea Guidotti - prevede la sorveglianza in presa diretta di alcune zone critiche e in questo modo ci consente di accrescere la tutela dei cittadini, degli spazi pubblici e di impianti sportivi importanti». L’archivio dei dati registrati sarà anche utilizzato come fonte informativa per le finalità di polizia giudiziaria.

I luoghi

Le postazioni di ripresa saranno collocate, tra l’altro, in aree particolarmente sensibili: Forte Altavilla, i parchi Tiziano, degli Ulivi, Cittadella, San Costanzo, ex Provincia, Belvedere di Posatora, Cardeto. Così come negli impianti sportivi: Del Conero, PalaVeneto, stadio Dorico, il Pincio, il Panettone, la pista di pattinaggio di via Cambi, gli impianti di Ponterosso, lo skate park, la cittadella sportiva delle Palombare. Sotto sorveglianza i plessi scolastici come la scuola media Falcone (piazza Salvo D’Acquisto) e la Da Vinci (via Marconi), nelle piazze e in altre strutture cittadine, come piazza Ugo Bassi, piazza d’Armi, il centro commerciale viola di Torrette, la zona degli Archi, le frazioni di Sappanico, Ghettarello, Montesicuro e Gallignano. Con l’approvazione di questo paino il sistema di videosorveglianza arriva a oltre 500 tra telecamere e dispositivi Ocr di lettura delle targhe. Quest’ultimo sistema, grazie a un recente finanziamento di 140mila euro, sarà installato a breve e consentirà la lettura targhe (Ocr) nei punti di ingresso/uscita dalla città per la rilevazione di veicoli sospetti in collaborazione con le forze dell’ordine. In occasione della visita del Papa nel 2011 è stato installato un sistema con sala di controllo, attualmente gestito dalla Protezione Civile Regionale. Il progetto ITI Waterfront ha poi previsto l’installazione di 94 telecamere, prevalentemente nella zona centrale della città e fronte mare. Sono inoltre predisposti la videosorveglianza dello stadio del Conero con 35 telecamere e numerosi interventi di manutenzione/estensione delle zone coperte da telecamere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA