Movida sotto controllo grazie alla polizia: identificate 77 persone a Numana. Più sicurezza al Mamamia

Movida sotto controllo grazie alla polizia: identificate 77 persone a Numana. Più sicurezza al Mamamia
Movida sotto controllo grazie alla polizia: identificate 77 persone a Numana. Più sicurezza al Mamamia
4 Minuti di Lettura
Domenica 17 Luglio 2022, 13:37 - Ultimo aggiornamento: 13:38

ANCONA - Movida notturna sotto controllo: 77 persone identificate a Numana. Dal primo fine settimana di luglio la Questura di Ancona ha avviato il Progetto “Estate insieme in sicurezza”, finalizzato a migliorare la qualità della convivenza civile e garantire il vivere ordinato delle comunità. In particolare, le attività sono volte ad assicurare il regolare e sereno svolgimento delle manifestazioni pubbliche e delle molteplici attività ludiche che caratterizzano la vita sociale dei comuni rivieraschi della provincia di Ancona.

Come concordato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il questore Cesare Capocasa ha predisposto, a tal fine, l’attuazione di dispositivi di sicurezza integrati interforze che si sostanziano nella vigilanza rafforzata e nel presidio dinamico delle zone interessate, in aggiunta agli ordinari servizi di controllo del territorio.

Il progetto prevede il coinvolgimento degli operatori della Polizia di Stato, integrati da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia e dalla Squadra Cinofili della Questura, con il concorso dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei loro rinforzi estivi, nonchè della Polizia Provinciale, dei Comandi delle Polizie Locali e della Capitaneria di Porto.

Bilancio positivo

Il bilancio di queste prime settimane è sicuramente positivo: nei Comuni interessati, tutte le attività connesse alla stagione estiva, compresa la movida notturna, si sono svolte senza criticità per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

In particolare, per quanto riguarda il Comune di Numana, i servizi predisposti sono stati diretti principalmente a presidiare piazza Miramare di Marcelli e le zone circostanti, ivi compreso il relativo tratto di spiaggia, durante le ore serali e le prime ore notturne, garantendo massima visibilità alla presenza degli operatori. In tale ambito, sono state identificate 77 persone ed è stato emesso un provvedimento di foglio di via nei confronti di una persona ritenuta pericolosa per l’ordine e la sicurezza pubblica.

L'ordine pubblico

Ciò al fine di prevenire turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica da parte soprattutto di giovani come accaduto nelle precedenti stagioni e consentire di conseguenza ai numerosi turisti presenti di trascorrere in sicurezza momenti di serenità e di spensieratezza.

Nella località di Senigallia sono stati effettuati servizi straordinari di controllo con personale della Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale con un impiego di oltre 90 operatori, che hanno vigilato sulla città sia nella zona del centro che del lungomare ma anche nell'entroterra, assicurando una efficace attività di prevenzione dei reati, specie quelli predatori.

Di seguito ai servizi svolti e agli accertamenti eseguiti in occasione di fatti reato o comunque che hanno destato allarme, il Questore di Ancona ha già applicato n. 4 cd. DACuR (divieti di accesso a locali pubblici) e diversi fogli di via e avvisi orali a carico di persone pericolose per la sicurezza pubblica.

Locali affollati

Una importante attività di prevenzione e coordinamento è stata curata da parte della Questura, fin dall'inizio della stagione, in relazione alle problematiche connesse ai rilevanti e affollati eventi organizzati presso il locale da ballo Mamamia. In questo ambito il Questore di Ancona, unitamente all'Amministrazione comunale, interessando direttamente i gestori dell'attività, ha disposto l'introduzione di importanti misure dirette a rendere sicuro il divertimento dei giovani che frequentano il locale, tra cui l'implementazione del sistema di videosorveglianza sia interno che esterno, la collocazione di pannelli fonoassorbenti per la limitazione della diffusione del suono e l’implementazione degli addetti alla sicurezza secondo le indicazioni impartite dal Dirigente del Commissariato, autorità locale di Pubblica Sicurezza. Tali misure allo stato hanno consentito di limitare al massimo interventi del personale di polizia per fatti reati e problematiche di ordine pubblico. I servizi in argomento proseguiranno per tutta la stagione estiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA