A scuola anche d’estate: si continua tra ripasso giochi, sport e laboratori. Ecco come sarà gestita l'attività ponte

Martedì 29 Giugno 2021 di Lorenzo Sconocchini
L assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini

ANCONA  - Non solo centri estivi e ricreativi, da settimane ormai in piena attività. Per bambini e ragazzi di Ancona le occasioni di aggregazione, intrattenimento e crescita formativa fioriscono in questa estate anche in ambito scolastico, ben oltre la fine delle lezioni. Gli istituti comprensivi che fanno capo all’amministrazione comunale (scuole primarie e secondarie di primo grado) hanno aderito alla richiesta ministeriale di attivare, finanziandole, delle attività-ponte tra la stagione scolastica appena conclusa e la nuova.

 

 

Il “Piano scuola estate 2021, un ponte per il nuovo inizio”, questa nuova occasione educativa e di recupero della socialità perduta, prevede iniziative in diversi istituti comprensivi anconetani, che hanno organizzato in spazi all’aperto e dove possibile anche nelle aule, attività di gioco, studio e di laboratorio che hanno registrato, assicura il Comune «un ampio numero di adesioni». 


Molte attività sono già iniziate in questo mese, altre cominceranno a luglio e agosto e si svolgeranno fino a settembre e anche oltre. L’Istituto Novelli Natalucci ha diviso le iniziative in due periodi: 14 giugno-9 luglio, 1-15 settembre. Alla prima fase, cui aderiscono gli alunni delle elementari De Amicis e delle medie Leopardi-Pascoli, sono stati proposti laboratori di lingua, di matematica, arte, robotica, uno spettacolo teatrale presso il salone delle feste del Teatro delle Muse e visite guidate i beni culturali cittadini, in particolare Villa Bonarelli, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri. La seconda fase – che coinvolge gli studenti delle medie Leopardi-Pascoli - si focalizza sul recupero e orientamento delle conoscenze, del rientro a scuola e di accoglienza dei nuovi arrivati, con laboratori di lingua italiana, inglese e matematica.


L’Istituto Quartieri Nuovi ha aderito al Piano estate con diverse proposte: gli alunni delle elementari Rodari e Falcone dal 15 al 30 giugno svolgono attività sportive e artistiche-manipolative negli spazi esterni della scuola; dal 15 giugno al 6 luglio gli alunni delle medie Michelangelo sono impegnati in spazi all’aperto con sport, arte e teatro.
Laboratori attivi anche per gli alunni dell’Istituto Ancona Nord. le primarie Alighieri e Mercantini- dal 15 al 29 giugno (gioco e arte) e dal 17 al 29 giugno (laboratorio teatrale). Nella seconda metà di giugno per due settimane sono coinvolti anche gli studenti della media Fermi e delle classi prima e seconda Don Milani, con laboratorio teatrale, laboratorio sportivo e due gruppi nel laboratorio di inglese. (18-28 giugno).


Gioco, sport e musica per gli alunni dell’Istituto comprensivo Cittadella-Margherita Hack - scuola media Donatello, divise il tre periodi: dal 23 agosto al 31 ottobre gioco, dal 20 settembre al 31 ottobre sport e dal 23 agosto al 31 ottobre musica. Dal 30 agosto a fine ottobre sono previste attività di potenziamento delle lingue italiana e inglese, della matematica e delle discipline scientifico- tecnologiche- Per le primarie Antognini in programma laboratori di lettura e scrittura e di discipline scientifico- tecnologiche. Anche per le primarie Faiani un ciclo di attività di potenziamento di italiano e matematica dal 30 agosto al 10 settembre.


Si è invece orientato sull’orientamento di latino e greco l’Istituto comprensivo Scocchera, rivolgendosi nel mese di giugno agli studenti delle classi terze iscritti ai licei classico e scientifico. A settembre sono invece previsti corsi di rinforzo di italiano, matematica e inglese. «Quest’estate – sottolinea l’assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini- per studenti e famiglie c’è un’ampia possibilità di scelta. Un apporto significativo è dato dagli istituti scolastici che con i contributi a disposizione, in tempi strettissimi, sono riusciti a mettere a punto numerosi progetti, diversificati per età e percorsi di studi. Un ringraziamento va ai dirigenti e ai docenti per la disponibilità».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA