Ancona, scappa dal marito e lo denuncia:
«Botte, insulti razzisti e dieta vegana»

Mercoledì 1 Agosto 2018
ANCONA - L’incontro in una località turistica estera, l’inizio di una storia d’amore, la convivenza in un paese dell’hinterland anconetano, la nascita di due figli. Poi, la relazione che scivola via, l’atteggiamento sempre più aggressivo di lui e lei costretta a subire. Prima insulti e minacce di morte. In secondo luogo, botte e offese di stampo razzista: «La stanza puzza a causa del colore della tua pelle» è la versione edulcorata della frase simbolo che un 40enne avrebbe più volte ripetuto alla sua ex convivente, una coetanea di origine africana.
  
Solo qualche settimana fa, la donna – impiegata in una ditta – ha deciso di prendere coraggio e interrompere una volta per tutte la convivenza, presentandosi in questura con l’avvocato Moreno Giaccaglia. Davanti agli agenti della Squadra Mobile, la 40enne ha raccontato il rapporto sempre più difficile con il convivente, fatto di maltrattamenti e soprusi morali di stampo razziale. Dopo la denuncia, la donna è stata collocata assieme ai figli in una struttura protetta della provincia dorica.
Ci rimarrà finché la procura non porterà a termine l’indagine coordinata dal pm Serena Bizzarri per cristallizzare l’intera vicenda. Stando a quanto emerso finora, i due si erano conosciuti nel 2010 in un Paese estero. L’innamoramento reciproco aveva portato la coppia a convivere nel paese natale di lui, nell’entroterra della provincia si Ancona. Per un periodo le cose avrebbero funzionato e dalla relazione sono nati due bambini. Negli ultimi mesi, la situazione è degenerata per il comportamento dell’uomo. Stando alla versione della 40enne, lui avrebbe cercato in tutti i modi di sovrastare la compagna, con botte, tirate di capelli e mani strette attorno al collo.
In più, ci sarebbero state minacce di morte e frasi offensive: «Sei sporca, ti toglierò i bambini, puzzi come una negra» le avrebbe detto lui in molteplici occasioni, facendo riferimento al colore della sua pelle. Lui l’avrebbe anche costretta a dormire in una stanza a parte della casa, accusandola di emanare cattivo odore. Inoltre, l’ex compagno l’avrebbe anche accusata di aver combinato la nascita dei loro figli per garantirsi un sicuro appoggio in Italia. Nella denuncia della donna si recrimina anche sulla dieta vegana che l’uomo avrebbe imposto alla 40enne e ai suoi due figli, diventata motivo di violenti litigi tra gli ex conviventi. © RIPRODUZIONE RISERVATA