Sos Passetto, la scalinata sta cadendo a pezzi: i finanziamenti del Comune potrebbero non bastare

I gradoni lesionati della scalinata del Passetto
I gradoni lesionati della scalinata del Passetto
di Claudio Comirato
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Febbraio 2021, 07:10

ANCONA - «Per il Passetto ci sono 750mila euro da qui ai prossimi tre anni: di questi, 250mila possono essere già spesi per i lavori che hanno una certa priorità». È questa in sostanza la risposta data dall’assessore ai Lavori pubblici Paolo Manarini in consiglio comunale in occasione di una interrogazione urgente presentata da Antonella Andreoli, esponente della Lega.

 

 Il riferimento è allo stato in cui versa la scalinata del Passetto, quella che dal Monumento ai Caduti scende fino al mare. Una scalinata che presenta problemi strutturali piuttosto evidenti. La situazione più critica riguarda la parte terminale del primo tratto della scalinata, cioè i gradoni che arrivano nei pressi della balconata più alta che si affaccia sul mare. Una ventina di questi gradoni in pietra si sono piegati su se stessi al punto da rompersi in alcuni punti. Altri invece risultano inclinati lato monte.
Il problema è noto da tempo ed è lo stesso che si era avuto alla base del Monumento ai Caduti, ovvero il cedimento della struttura interna che sostiene gli stessi gradini. Le infiltrazioni di acqua piovana hanno creato una sorta di drenaggio del terreno al punto tale che i gradoni non hanno più il basamento di sostegno. Dopo anni di attesa, il Comune tempo fa aveva sistemato la situazione che si era venuta a creare proprio ai piedi del Monumento, ricostruendo l’intero basamento circolare interno della scalinata: un intervento che ora dovrà essere replicato anche lungo la scalinata prima che la situazione degeneri. Il timore è che i fondi messi a disposizione non siano sufficienti per garantire tutti gli interventi. Oltre alla scalinata, infatti, c’è il problema dei muretti esterni che a causa delle intemperie sono ridotti in pessime condizioni. In alcuni casi si sono creati dei veri e propri buchi e buona parte delle sedute in marmo risultano staccate dal piano di appoggio. Nei 750mila euro dovrebbero rientrare anche una serie di interventi in spiaggia, in particolare lungo la battigia dove, a causa delle mareggiate degli ultimi anni, si sono create delle zone pericolose per i bagnanti.
Lo scorso anno ci sono stati numerosi interventi del 118 per persone cadute in terra a causa del fondo scivoloso. L’idea del Comune è quella di posizionare delle adeguate protezioni con il posizionamento di alcuni corrimano. La spiaggia del Passetto da anni attende il riposizionamento delle scogliere proprio per evitare la conta dei danni a fine stagione invernale a causa delle mareggiate, ma in questo casi ci si attende l’intervento della Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA