Risparmi svaniti con la truffa dei diamanti: sequestri milionari anche ad Ancona

Giovedì 16 Gennaio 2020
Risparmi svaniti con la truffa dei diamanti: sequestri milionari anche ad Ancona

MILANO - Truffa dei diamanti, scatta un squestro milionario anche ad Ancona. I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno sequestrato quote societarie e attività finanziarie a una holding finanziaria e società di distribuzione di diamanti per un controvalore di circa 34 milioni di euro. I sequestri sono stati effettuati a Milano, Roma ed Ancona.

LEGGI ANCHE:
Ladri anche all'Abbadia di Fiastra: ripulita la casa di tre sacerdoti

Spariscono i soldi della gita scolastica e del corso di nuoto: la segretaria patteggia

È quanto si legge in una nota delle Fiamme Gialle, indicando che l'attività si inserisce nell'ambito dell'indagine "Crazy Diamond", coordinata dalla pm di Milano Grazia Colacicco, che aveva consentito di pervenire, nel febbraio 2019, all'emissione di un provvedimento di sequestro di beni per oltre 700 milioni di euro. L'inchiesta è stata chiusa il 2 ottobre scorso, quando è stato notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 87 persone fisiche e 7 persone giuridiche, tra cui 5 istituti di credito (Banco Bpm, Unicredit, Mps, Intesa Sanpaolo e Banca Aletti) oltre alle due società attive nel commercio di diamanti (Dpi e Idb), a vario titolo coinvolte in condotte di truffa aggravata, auto-riciclaggio, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza e corruzione tra privati. Erano stati tanti i ripasparmiatori che avevano subito gravi danni economici dopo essere stati convinti ad investire nel mercato dei diamanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA