Detto fatto a Portonovo: 70 multe per sosta vietata, auto lasciate ovunque a valle e sulla strada provinciale

Domenica 15 Agosto 2021 di Roberto Senigalliesi
Detto fatto a Portonovo: 70 multe per sosta vietata, auto lasciate ovunque a valle e sulla strada provinciale

ANCONA Detto fatto: aveva annunciato tolleranza zero la comandante della Polizia locale Liliana Rovaldi, e così è stato. Ieri le due pattuglie di vigili, una fissa e una di supporto, hanno staccato 70 multe per divieto di sosta nella baia e sulla strada provinciale. Ormai i foglietti svolazzanti sui parabrezza delle auto fanno parte del panorama.

 

 

Come spiagge gremite e parcheggi sold out a Portonovo e Mezzavalle sono scene fotocopia in questa estate da sold out. La caccia al posto auto inizia prestissimo, i parcheggi a valle anche ieri erano pieni prima delle 8 e quelli a monte esauriti a mezzogiorno. Nella baia è l’estate delle regole violate e dei riti. Come il tuffo dal molo, un classico a cui nessuno, grande o piccolo che sia, vuole rinunciare nonostante il divieto. E la pesca del mosciolo, i canonici e regolamentari 3 chili a persona (e poco importa se qualcuno sfora), che è una delle attività perseguita da ogni buon anconetano. 


La tradizione
Una giornata calda, intensa, che fa da preludio al giorno di Ferragosto che verosimilmente sarà simile a quelle di tutto questo inizio d’agosto, in cui il tutto esaurito, nelle spiagge e nei parcheggi, è stato protagonista. Ed a proposito di riti questa mattina, festa dell’Assunta, la baia si tuffa nell’antico riproponendo una cerimonia religiosa che affonda le radici nel tempo, al secolo scorso quando i poggesi scendevano al mare in processione, a piedi, dietro il quadro della Madonna posizionato sui birocci. Una tradizione che si ripete ogni anno, mantenuta viva dalla parrocchia e dalla Confraternita del SS Sacramento del Poggio. Quest’anno, causa pandemia, non ci sarà la processione dalla piazzetta alla chiesa di Manta Maria ma rimane comunque la Messa, alle 9,30, sul sagrato della chiesa, concelebrata dall’Arcivescovo Angelo Spina, sotto gli alberi ed il canto delle cicale. Al termine l’arcivescovo benedirà le barche radunate nello specchio d’acqua sottostante poi salirà sulla barca di Edoardo Rubini e circumnavigherà la baia, accompagnato da altre imbarcazioni, arrivando dalle parti del molo. In mare è previsto anche il lancio di una corona d’alloro a ricordo dei caduti. 


L’incidente
Ieri, nella prima mattinata (attorno alle 9) un piccolo incidente fra due mezzi in piazzetta che ha rallentato un po’ il traffico, ed il solito grande lavoro di spola dei bus navetta che per tutta la giornata hanno fatto scendere e poi risalire centinaia e centinaia di persone. Grande afflusso lungo la provinciale con la Polizia Municipale che ha costantemente monitorato la situazione. Ovviamente tante le multe elevate per divieto di sosta, anche se in maniera inferiore a quelle dei giorni scorsi, con la punta record stagionale di 113 dello scorso giovedì. Nessun intervento da parte del gommone della Società di Salvamento, di stanza nella baia mentre i bagnini sono stati molto attenti a scrutare il mare ed a prevenire eventuali situazioni di pericolo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA