Quasi duemila contagi nel 2021 e più di 5mila persone in quarantena

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Lorenzo Sconocchini
Quasi duemila contagi nel 2021 e più di 5mila persone in quarantena

ANCONA  - Sono quasi duemila i nuovi contagi del 2021 nella provincia di Ancona, con una media giornaliera di 147 casi diagnosticati. E i “positivi attuali”, soggetti cioè con un’infezione ancora attiva, sono circa 2.830, mentre nei 47 comuni della provincia sono 5.007 le persone in quarantena precauzionale, dopo contatti ravvicinati con soggetti risultati poi positivi.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, altri 18 morti oggi nelle Marche. Il più giovane aveva 55 anni: 1753 vittime dall'inizio della pandemia / La mappa dei contagi in tempo reale

 

E’ il quadro che emerge dai bollettini del Servizio Salute della Regione Marche, che da alcuni giorni rende visibile la situazione di soggetti positivi e isolamenti fiduciari comune per comune sul territorio regionale. Con i 216 casi accertati ieri la provincia di Ancona arriva a 15.571 residenti positivi al virus Sars-Cov-2 a partire dal primo marzo 2020, quando fu diagnosticato il primo positivo del capoluogo all’ospedale di Torrette. 


Il dato dell’ultima settimana (1.087 casi, 155 al giorno) fa capire che nella provincia del capoluogo l’epidemia stenta ancora a raffreddarsi, anche se siamo lontani dal picco raggiunto nella terza settimana di novembre, quando nel territorio Anconetano si registrava un trend di circa 200 positivi a settimana.
La classifica dei comuni più contagiati ovviamente vede in testa le città più popolate, a partire da Ancona, che alla data di ieri registrava 592 soggetti positivi e 915 in quarantena precauzionale, senza tampone positivo ma in attesa di sapere se abbiano riportato un’infezione a seguito del contatto ravvicinato con persone contagiate. Il carico dell’epidemia su Ancona è più pesante rispetto a due mesi fa. Alla data del 5 novembre, per fare un confronto con un periodo in cui la curva epidemiologica si stava impennando ma non aveva ancora raggiunto il culmine della sua ondata d’autunno, nella città capoluogo c’erano 397 positivi e 739 residenti in quarantena.


Situazione peggiorata anche in tutti gli altri comuni più grandi, con l’eccezione di Jesi. Senigallia ora 418 positivi e 594 quarantene (erano 125 e 314 il 5 novembre). Falconara è a 192 e 264 (contro 129 e 106), Osimo a 212 e 357 (150 - 429), Fabriano ha 263 positivi 473 in isolamento precauzionale (210 e 310). Va in controtendenza appunto Jesi, che il 5 novembre aveva circa 300 positivi e 430 residenti in quarantena, ora è scesa a 144 e 332. 
Tra i comuni di taglia medio piccola attualmente è Ostra quello con un’incidenza maggiore dell’epidemia, con 90 residenti ancora positivi e 123 in quarantena, seguito da Loreto (79 e 213) il comune che prima di Natale aveva fatto scattare l’allarme per i primi casi sequenziati in Italia della variante inglese di Sars-Cov-2, più contagiosa di quella nota in precedenza. Incidenza elevata anche a Cupramontana, con 74 positivi attuali e 136 residenti in quarantena, numeri che risentono di alcuni focolai divampati di recente nella scuola d’infanzia e tra gli anziani della Rsa.


Ma non mancano alcuni spunti d’ottimismo, in questa mappa aggiornata dell’epidemia nel territorio annonetano. Se fino a una settimana fa non c’erano comuni Covid free tra i 47 della provincia più popolosa delle Marche, alla data di ieri sono tre i piccoli centri senza casi d’infezione attive (Poggio San Marcello, Staffolo e San Paolo) ed altri 2 (Rosora e San Marcello) hanno meno di cinque positivi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA