Incidenti stradali causati da alcol e droghe: un'Intelligenza artificiale li prevede tre ore prima

Giovedì 19 Maggio 2022 di Teodora Stefanelli
Incidenti stradali causati da alcol e droghe: un'Intelligenza artificiale li prevede tre ore prima

ANCONA - Un’intelligenza artificiale che previene gli incidenti stradali causati da abuso di alcol e droghe con tre ore di anticipo. Una specie di palla di vetro in grado di calcolare a che ora e in che luogo potrebbe avvenire uno schianto, attraverso l’uso di una tecnologia innovativa basata sull’uso di dati demografici, socio-economici e territoriali.

 

Al via il progetto “No alcol, no drugs, no crash” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri con 435mila euro e che si sviluppa su tre fronti: quello dei maggiori controlli sulle strade con l’acquisto previsto di tre furgoni mobili, sull’uso della tecnologia con il software di intelligenza artificiale e sul versante della prevenzione con la campagna social, le iniziative scolastiche e le attività in tandem con la Croce Rossa e con esperti psicologi per mostrare gli effetti sul corpo e alla guida del “binge-drinking”, l’abbuffata di bevute che tanto piace ai ragazzi. 

Gli enti coinvolti

A prendere parte al progetto sono i tre Comuni costieri con maggior movida estiva: Ancona, Senigallia e Falconara. Proprio lungo questa direttrice si verificano incidenti stradali connessi all’uso di determinate sostanze alcoliche o stupefacenti, come testimoniano i dati delle polizie locali e delle forze dell’ordine. Incidenti stradali che si registrano soprattutto d’estate e nelle località della movida serale e notturna, oggetto anche di migrazione da una città all’altra. Si parte già da questo mese e si valuteranno i risultati tra un anno. «L’obiettivo - spiega il sindaco Mancinelli - è ridurre del 20% gli incidenti stradali. Certo ci sono molte incognite quando si parla di questo argomento ma seguendo il percorso si può aumentare di molto la consapevolezza dei conducenti, soprattutto quelli più giovani». 

La strumentazione

Si parte con un potenziamento dei servizi di polizia locale e di strumentazione specifica al servizio dell’intelligenza artificiale. «I dati - spiega la comandante della polizia locale di Senigallia Barbara Assanti - vengono immessi nel sistema e gli agenti ricevono gli aggiornamenti tramite degli alert su uno schermo di un tablet. La centrale operativa, poi, nel caso in cui si segnalino zone a rischio possono inviare le pattuglie sul posto e si può attivare un posto di controllo». La previsione è valida dal momento in cui si riceve l’alert per le tre ore successive. Oltre ai già citati controlli e alle tecnologie c’è anche una parte un’app studiata per migliorare la consapevolezza dello stato psicofisico del conducente: basterà inserire, in modo rigorosamente anonimo, valori quali sesso, età, peso, quantità di alcol che si è bevuto: sulla base delle tabelle del Ministero della Salute relativamente alla stima per il superamento del tasso alcolemico legale per la guida, l’app attiverà un alert che consiglia al soggetto se mettersi alla guida o meno. «Attualmente - ha fatto sapere il Comune - è stata avviata la fase iniziale del progetto che prevede la formazione per i dipendenti Polizia Locale sulle nuove strumentazioni, lo studio della campagna di comunicazione, l’acquisto degli uffici mobili che potranno coprire i punti “caldi” del territorio e l’acquisizione della licenza per il sistema di intelligenza artificiale». 

 

Ultimo aggiornamento: 09:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA