Ancona, vogliono i soldi del debito, ma lui minaccia due fratelli e i poliziotti: «Vi ammazzo»

Ancona, vogliono i soldi del debito, ma lui minaccia due fratelli e i poliziotti: «Vi ammazzo»
Ancona, vogliono i soldi del debito, ma lui minaccia due fratelli e i poliziotti: «Vi ammazzo»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2022, 12:22 - Ultimo aggiornamento: 3 Settembre, 08:32

ANCONA - Vogliono i soldi del debito, ma lui minaccia due fratelli e i poliziotti: «Vi ammazzo». Protagonista un pluripregiudicato 45enne di origini pugliesi residente ad Ancona, denunciato dai poliziotti per violenza privata, detenzione illegale di armi e strumenti atti ad offendere, minaccia a pubblico ufficialea.

Covid, variante Centaurus alle porte delle Marche: positiva una bimba in Romagna

Tutto parte dalla denuncia presentata da due fratelli di professione commercianti, che accusava l'uomo di non voler restituire una somma di denaro prestatagli tempo prima. L’indagato, alla richiesta dei due fratelli di saldare il debito, si opponeva in modo aggressivo ed ingiurioso minacciando entrambi gravemente, nonché facendogli intendere che non avrebbe restituito loro un furgone dallo stesso detenuto nel suo magazzino. I poliziotti  hanno fatto partire la perquisizione: all’interno della tasca laterale portaoggetti ubicata nella portiera del mezzo, rinvenivano e sequestravano un grosso coltello lungo cm 30 mentre, all’interno del vano portaoggetti posto sul cruscotto, rinvenivano un serramanico multiuso lungo cm 16. L’indagato si opponeva verbalmente all’operato dei poliziotti minacciandoli che il giorno dopo li avrebbe “fatti fuori tutti”.È stato denuncciato per Violenza privata, detenzione illegale di armi e strumenti atti ad offendere, nonché minaccia a pubblico ufficiale rivolta ai poliziotti intervenuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA