Portonovo blindata, multe per la sosta e distanze al setaccio. La app tiene lontani i bagnanti. Bus: sciopero revocato

Domenica 2 Agosto 2020 di Roberto Senigalliesi
ANCONA - Portonovo blindata per la sicurezza. Sanitaria, per evitare che possano accendersi focolai dell’epidemia. Ma anche per la sicurezza dei trasporti: con controlli sulla sosta e sulla circolazione dei bus navetta, nelle stretta stradina di accesso. E sabato che porta una buona notizia: revocato lo sciopero dei bus proclamato per sabato prossimo.

LEGGI ANCHE: Raid dei ladri. Il racconto di una vittima: «Mi hanno svegliato i rumori, li ho trovati accanto al letto. Che paura per i bambini»

LEGGI ANCHE: Va in palestra: si sente male e muore a fine allenamento a 48 anni

 

La app
Funziona, in primo luogo, dal punto di vista del distanziamento sociale, il sistema della app ideato dal Comune per limitare le presenze nelle spiagge libere ed evitare pericoli di assembramenti. Sin dalle prime ore del mattina la Polizia Municipale e gli steward hanno battuto gli arenili di Portonovo alla ricerca degli eventuali furbetti scesi senza prenotazione. Un monitoraggio molto attento che come conseguenza ha visto le spiagge libere della baia molto memo affollate degli ultimi giorni feriali. In pratica si sta capovolgendo la situazione. Mentre fino allo scorso anno Portonovo era vivibile nei gironi feriali ma del tutto sold out il sabato e la domenica quest’anno sta succedendo esattamente il contrario.
E così una giornata caldissima, costellata da alcuni malori per l’eccessiva temperatura, è diventata abbastanza tranquilla. Trascorsa sotto gli ombrelloni per ripararsi dal sole oppure in acqua a cercare refrigerio. Ovviamente pieni i parcheggi a valle sin dal primo mattino, anche se a metà pomeriggio era possibile trovare qualche posto, mentre il parcheggio Pieri, quello utilizzato per chi scende a Mezzavalle, ha fatto registrare un nuovo record di presenze e lo scambiatore è stato utilizzato per chi ha utilizzato il bus navetta. A valle pieni gli stabilimenti ma non del tutto le spiagge libere, come ricordato, con i frequentatori che hanno potuto godere di uno spazio insperato.

Spazi insperati
Alla Capannina, così come alla torre (quella più affollata), ma anche da Ramona, davanti al Fortino ed alle terrazze. Il lavoro della polizia municipale, peraltro, non si è limitato al controllo delle spiagge e del distanziamento sociale. Ma anche al controllo del territorio ed al rispetto delle norme di circolazione. In particolare sono stati stanati e puniti i tanti che preferiscono rischiare una multa per divieto di sosta piuttosto che utilizzare i parcheggi. Al termine della giornata la contabilità parla di 42 contravvenzioni in totale, 18 al mattino e 24 al pomeriggio, cifra che è praticamente simile a quella dello scorso sabato, quando le multe furono una cinquantina.

I lampeggianti
La novità di ieri era quella dei semafori lampeggianti posizionati nei punti più critici della strada che dalla rotatoria conduce a Portonovo. Un provvedimento voluto dall’Amministrazione comunale proprio per decongestionare il traffico e favorire la percorrenza in sicurezza di quel tratto di strada molto pericoloso dei mezzi della Conerobus. Lampeggianti che servono come avvertimento a chi transita, posizionati in prossimità di una strettoia, a cui ieri si sono affiancati nelle ore di massima percorrenza, dalle 10 alle 11 del mattino e dalle 17, i vigili della Municipale che hanno provveduto a regolarizzare il traffico in maniera manuale.
Sul posto anche l’assessore Stefano Foresi che ha anticipato la notizia della revoca del ventilato sciopero di sabato 8 agosto da parte di tutti gli autisti della Conerobus. «Il problema di sicurezza oggetto dello - è scritto nella lettera di revoca - è in via di risoluzione». «Stiamo lavorando per risolvere questo problema oggettivo - ha confermato Foresi - cercando di arrivare alla soluzione migliore ed annullare questa criticità. Purtroppo i tempi sono molto stretti per quanto riguarda il reperimento e posizionamento di un semaforo a chiamata e per il momento andremo avanti con questo semaforo lampeggiante, facendo leva anche sul buon senso della gente. Importante sarà anche il controllo della Municipale che sarà in strada nei fine settimana nelle ore più critiche. Con la collaborazione di tutti - è l’auspicio conclusivo di Foresi- speriamo di rendere minimo il pericolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA  Ultimo aggiornamento: 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA