Sosta selvaggia, altra raffica di multe. E l’erosione provoca assembramenti, i vigili controllano le presenze

Domenica 9 Agosto 2020 di Roberto Senigalliesi
Sosta selvaggia, altra strage di multe. E l’erosione provoca assembramenti, i vigili controllano le presenze
ANCONA - Strage di multe, e controlli serrati in spiaggia, nel secondo sabato di agosto a Portonovo. Dove c’è stato il prevedibile pienone sulle spiagge, libero o negli stabilimenti, anche se è stato sostanzialmente mantenuto il distanziamento sociale evidenziando ancora una volta la tendenza di quest’anno: sabato, e domenica, meno gente dei giorni feriali, causa la prenotazione obbligatoria, Mezzavalle compresa. Quest’ultima è stata letteralmente presa d’assalto, bastava guardare le centinaia di auto nel parcheggio Pieri, di fronte allo stradello.


 
LEGGI ANCHE: Musicista positivo al coronavirus, in quarantena anche dodici suoi amici. Sono tornati dalla Grecia il primo agosto

LEGGI ANCHE: Casalinghe, arriva il bonus: «Corsi per potenziarsi». Stanziati 3 milioni per il 2020




Piuttosto il mare mosso ha ristretto gli arenili, specialmente quello tra torre e Clandestino, dove gli spazi si sono quasi dimezzati dall’inizio estate e dove si verificano maggiormente gli assembramenti. Diversi i controlli della Polizia municipale e degli steward, sia negli accessi alle spiagge libere che lungo gli arenili per controllare le varie prenotazioni. In questo caso nessuna sanzione elevata ma solo sensibilizzazione. Ma il lavoro della Municipale è stato più importante per quanto riguarda le contravvenzioni ai divieti di sosta, lungo la provinciale, sul belvedere e nelle stradine laterali. Solo al mattino 23 le multe staccate per chi decide di rischiare mentre alla fine della giornata la contabilità parlava di contravvenzioni 42 in totale. Vigili che, dalle 17, sono stati anche impegnati a regolare il traffico lungo la strada d’accesso alla baia, in prossimità dei due semafori lampeggianti piazzati nel punto più critico per il passaggio dei bus navetta. E’ questa una delle criticità più evidenti di questa estate che aveva portato anche al ventilato sciopero degli autisti della Conerobus, poi rientrato, per le assicurazioni fornite dal Comune. 
In spiaggia vento e mare mosso sono stati protagonisti di una giornata che segna l’arrivo della settimana di Ferragosto. Saranno giorni caldi, in tutti i sensi, che culmineranno, il 15 del mese con la processione dei fedeli dalla piazzetta (rispettando le distanze e con mascherina) fino alla chiesetta romanica di Santa Maria dove l’Arcivescovo Angelo Spina celebrerà la S. Messa in onore dell’Assunta( quest’anno all’aperto e non all’interno della chiesa, causa Covid. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 09:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA