L'assalto a Portonovo per il ponte, parcheggi al completo alle 8 del mattino: sosta selvaggia, una strage di multe

Parcheggi pieni a Portonovo e multe record per la festa del 2 giugno
Parcheggi pieni a Portonovo e multe record per la festa del 2 giugno
di Roberto Senigalliesi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 01:55

ANCONA - Parcheggi, anche a monte, assolutamente insufficienti. Sosta selvaggia e multe a raffica da parte della polizia locale: a fine giornata toccheranno la quota di 202, record assoluto per Portonovo. Auto ovunque sulla provinciale del Conero, scambiata per un parcheggio libero. E molti che avevano prenotato e pagato in anticipo l’ombrellone in spiaggia hanno dovuto rinunciare per non essere riusciti a trovare un posteggio. 

 
E ancora: buche e polvere al parcheggio Lago Grande il cui intervento, preannunciato da tempo dal Comune, non è stato ancora realizzato. Insomma, non tutto riluce nella splendida giornata festiva del 2 giugno nella baia, assediata dal caos auto. Cosa, del resto, abbastanza prevedibile, visto che ancora non è chiaro quanto riapriranno il secondo spazio del parcheggio scambiatore e l’area Pieri, che rappresenta una bella valvola di sfogo per chi frequenta Mezzavalle, ieri già pienissima. 


Di fatto già alle 8 di ieri mattina a Portonovo non c’era più posto e alle 11 anche lo scambiatore era ormai saturo. Il bus navetta ha svolto un servizio veramente imponente scaricando a valle centinaia e centinaia di persone, ma i ritardatari hanno avuto il problema di trovare comunque uno spazio per la loro auto. A quel punto le soluzioni erano due: o rinunciare e andare alla ricerca di altri lidi, oppure lasciare l’auto dove capitava lungo la strada, mettendo in conto la multa. A un certo punto le auto in divieto di sosta si contavano fino al bivio per le Casette, dopo l’hotel Emilia, rappresentando un pericolo per la circolazione. Stesso discorso verso Ancona, dopo lo stradello per Mezzavalle e in prossimità di quello che porta al Trave. Da segnalare che sul Conero è stata una giornata da bollino rosso in generale, con code lungo la Direttissima del Conero, verso Sirolo e Numana, e anche da Camerano per Portonovo. Quanto al parcheggio Pieri, che potrebbe decongestionare la situazione, non ci sono ancora novità per l’apertura. Sono state espletate le pratiche burocratiche, richieste le autorizzazioni, ma non c’è ancora il nulla osta ed evidentemente in Comune c’è scarsa attenzione visto che non ci sono state risposte. 


Eppure è uno spazio molto ampio che potrebbe risolvere una situazione caotica e pericolosa, soprattutto per le tante persone che arrivano a parcheggiare allo scambiatore per poi percorrono a piedi quei 200-300 metri fino allo stradello, passando pericolosamente ai lati della strada già stretta, rischiando di essere investiti. Poi, altra dolente, la polvere e le buche al parcheggio Lago Grande. Nonostante le promesse, non ci sono novità per l’applicazione sulla strada della speciale sostanza fissante che eviterebbe un problema non di poco conto, visto il polverone che si alza al passaggio delle auto, e non sono certamente poche, che arriva fino in spiaggia e davanti agli chalet. E poi le buche, sempre più numerose, che mettono a dura prova gli ammortizzatori delle auto e la pazienza dei loro conducenti, già innervositi per non riuscire a trovare un posto macchina. Chissà se per la fine dell’estate questo problema verrà risolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA