Furto in un appartamento: finisce in manette un'altra rom di 20 anni

Lunedì 4 Gennaio 2021
Furto in un appartamento: finisce in manette un'altra rom di 20 anni

ANCONA - Nelle ultime ore i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, hanno arrestato la seconda donna ventenne di origini rom che, lo scorso 30 settembre, con la complicità di una coetanea e di un minorenne, si era resa responsabile di furto aggravato in abitazione commesso in concorso.

A seguito dell’attività predatoria, ne era scaturita una serrata e costante attività investigativa che aveva permesso agli agenti di identificare gli autori del furto che, nel frattempo, avevano trovato rifugio presso un’abitazione di conoscenti ove trascorrevano la notte e da dove, l’indomani, a bordo partivano per tornare a depredare le abitazioni dei quartieri residenziali di Ancona.

I primi giorni dell’ottobre 2020, il veicolo con a bordo le due nomadi e con il minorenne addirittura alla guida, ripartiva da Ancona per rientrare in un campo rom del nord Italia, luogo di dimora dei tre. Fermati dai poliziotti della Squadra Mobile e sottoposti ad un serrato controllo, venivano trovati in possesso di numerosissimi attrezzi atti allo scasso.

Una delle due donne, destinataria di un provvedimento di restrizione della libertà personale, veniva immediatamente arrestata e tradotta presso il carcere femminile di Pesaro.

L’altra, a seguito di emissione di misura cautelare richiesta dalla locale Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, veniva arrestata nelle ultime ore, dopo essere stata rintracciata dai poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, in un campo rom nei pressi di Rivoli con la collaborazione del personale dei quel Commissariato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA