Ancona, gelo sulla piscina di Ponterosso: bando deserto per il restyling dell'impianto termico

Ancona, gelo sulla piscina di Ponterosso: bando deserto per il restyling dell'impianto termico
Ancona, gelo sulla piscina di Ponterosso: bando deserto per il restyling dell'impianto termico
di Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Luglio 2022, 03:25

ANCONA -  Prezzi dei materiali alle stelle, manodopera introvabile, arretrati di lavoro infiniti: la bolla immobiliare finisce per inglobare anche la piscina di Ponterosso. Nessuno è interessato a realizzare il nuovo impianto di efficientamento energetico: è andato infatti deserto il bando da circa 400mila euro indetto dall’amministrazione comunale per la parte termica.

Alla scadenza dei termini, nessuna azienda si è fatta avanti per partecipare alla gara. Che ora dovrà essere ripetuta, allargando la platea degli operatori economici che verranno sorteggiati dall’elenco dei lavori pubblici e invitati a partecipare. Il primo step dell’efficientamento della centrale termica della nuova piscina di Ponterosso era stato eseguito l’anno scorso, sfruttando i ribassi di gara, con il rinnovamento dei generatori di calore e la rivisitazione della centrale termica. Ora si dovrà procedere al completamento del rifacimento della centrale termica con l’aggiunta di due pompe di calore per l’acqua calda sanitaria e il riscaldamento della piscina e con la sostituzione degli infissi, il miglioramento della coibentazione con un cappotto termico e l’installazione di una unità di trattamento dell’aria a servizio della nuova copertura in fase di realizzazione. Copertura che ormai è in dirittura d’arrivo, nell’ambito di un progetto da 850mila euro. «I lavori proseguono in un momento storico difficile - spiega l’assessore allo Sport, Andrea Guidotti -. Imprevisti a parte, contiamo di completare la nuova piscina entro l’anno». Lo scheletro ligneo è stato realizzato dalla falegnameria La Quercia di Potenza. Ora va montata la copertura e fissato il tamponamento esterno. Il progetto prevede anche la realizzazione di un nuovo corpo per l’ingresso e l’accoglienza degli spettatori, con servizi igienici dedicati. 

La nuova piscina di Ponterosso, in teoria, doveva essere pronta già a giugno. Ma il cronoprogramma è stato aggiornato alla luce delle difficoltà dell’aumento e dell’aumento vertiginoso dei prezzi dei materiali, che ha già comportato una rivisitazione dei prezzi. Ora c’è la grana del bando deserto, relativamente alla realizzazione della centrale termica. «I nostri uffici sono già al lavoro per indire la nuova gara» sottolinea Guidotti. Verosimilmente la nuova piscina di Ponterosso dovrebbe essere riaperta al pubblico per novembre, crisi permettendo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA