Piazza del Papa, gli operatori in Comune: «Eventi doc ed enogastronomici per allargare il target alle famiglie»

Martedì 19 Ottobre 2021 di Andrea Maccarone
Piazza del Papa, cuore della movida

ANCONA - Eventi di qualità per il rilancio di Piazza del Papa. Ieri l’incontro tra il Comune e gli operatori rappresentati dai referenti di categoria. Al centro del dibattito un programma di iniziative per riportare le famiglie nel salotto buono della città. Il core business delle attività della piazza è rappresentato dall’offerta enogastronomica, e dunque dovrà essere questo il punto di forza che andrà ad aggiungere appeal ad un luogo già vissuto da un target trasversale. 

 


«Il confronto con l’Amministrazione cittadina nasce dalla volontà condivisa di far crescere il livello dell’utenza che frequenta la Piazza - spiega Luca Casagrande, referente Confartigianato per il territorio di Ancona - in modo da provare a calendarizzare iniziative che possano attrarre un pubblico interessato all’enogastronomia del territorio». E l’aspetto qualitativo dell’offerta diventa il nucleo centrale attorno a cui ruota tutto il discorso. «Perciò pensiamo ad eventi di spessore - continua Casagrande - che giustifichino il fatto che Piazza del Papa sia il contesto ideale per promuovere la cultura enogastronomica». Dunque si apre un percorso di collaborazione tra operatori economici e amministrazione per far fronte ad una serie di nodi che sono emersi negli ultimi tempi, ma di cui i gestori dei locali non sono in alcun modo fautori. Anzi, si sono certamente ritrovati ad esserne colpiti per primi. 


Intanto anche lo scorso weekend si è registrata in centro una grande affluenza. E Piazza del Papa è stata vissuta da migliaia di giovani. «Non si vedeva così tanta gente da anni - afferma Daniele Strati, titolare del bar Chapeau - si è lavorato molto bene e in piena sicurezza». Tutti i locali, infatti, avevano schierato la security privata e si è ripetuto il presidio da parte della polizia per monitorare le ore di maggiore affluenza. «La sinergia con le autorità sta funzionando - continua Strati - noi siamo disposti a fare tutto ciò che ci chiedono». «Solo insieme si trova la strada percorribile per far sì che gli operatori lavorino serenamente - riprende Casagrande - si è avviato un percorso rivolto all’accoglienza turistica che sia conforme alle aspettative che merita una location come questa».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA