Spaccio, alcol e rissa nel cantiere fino all'ultimo: fuggi fuggi all'arrivo della Polizia

Spaccio, alcol e rissa nel cantiere fino all'ultimo: fuggi fuggi all'arrivo della Polizia
Spaccio, alcol e rissa nel cantiere fino all'ultimo: fuggi fuggi all'arrivo della Polizia
di Claudio Comirato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 07:00

ANCONA - Il desiderio maggiore di residenti e commercianti di piazza del Crocifisso ora è di poter dimenticare le scene di bivacchi in zona a cui hanno assistito anche negli ultimi giorni. Nonostante le reti che hanno delimitato la piazza e la zona del cantiere, dopo una certa ora infatti l’intera area si popolava di persone che dormivano sulle panchine in legno appena installate.

Mentre altri banchettavano lasciando poi le bottiglie di birra ovunque. Nell’ultimo periodo sono anche aumentate le segnalazioni di litigi, per il consumo di alcol ma anche per lo spaccio di sostanze stupefacenti. 

Mercoledì sera, attorno alle 21, l’ennesimo blitz della Polizia. All’arrivo della Volante un gruppo di stranieri è scappato. Prima del fuggi fuggi, stazionavano all’interno della piazza ed erano venuti alle mani. Una situazione che va avanti da diverso tempo, come raccontano i residenti della zona sempre più esasperati. Senza dimenticare la disperazione di quei pochi operatori commerciali che hanno resistito al Covid, alla crisi economica e anche alle transenne del cantiere installate nel 2019. 
Una zona dove la vicina chiesa del Crocefisso è sempre stata un punto di riferimento nella lotta al degrado, con don Davide ogni giorno costretto a pulire il tratto di marciapiede che conduce in chiesa con l’aiuto di un volontario. Una zona dove potrebbe riprendere vigore anche l’attività della Polisportiva antirazzista Assata Shakur che qui nella sua sede ha portato avanti tante iniziative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA