Passante-007 riprende in diretta la maxi rissa, spunta un coltello: i ragazzini in fuga all'arrivo dei carabinieri

Mercoledì 20 Aprile 2022 di Stefano Rispoli
I carabinieri intervenuti in piazza Cavour

ANCONA - Con uno smartphone ha ripreso tutto: calci, pugni, spintoni e pure un coltellino sguainato da uno dei ragazzini che ieri pomeriggio si sono picchiati in piazza Cavour, ignari del fatto che ad immortalare quelle sequenze da brividi, oltre alle telecamere comunali, c’era pure il cellulare di una passante-detective. La donna, incappata suo malgrado in quella scena da paura, non ha avuto un attimo di esitazione: ha tirato fuori dalla tasca il suo telefonino e ha filmato la zuffa choc. Poi ha chiamato il 112 e ha consegnato ai carabinieri le immagini: i protagonisti della rissa scoppiata in pieno giorno hanno le ore contate. 

Ecco a voi il palazzo Telecom. L’ex sede di via Miglioli devastata dai vandali a calci, sassate e colpi di estintori. Chi prenderà i responsabili per pagare questo scempio?

 
Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di ragazzini, alcuni dalla pelle scura, italiani di seconda generazione appartenenti ad alcune delle bande che da mesi gravitano in centro, forse le stesse che in passato hanno creato il caos lungo le vie dello shopping. Si sarebbero scontrati due gruppi diversi, con il coinvolgimento di una mezza dozzina di giovani: una zuffa senza esclusione di colpi, che avrebbe potuto prendere una piega decisamente peggiore se le grida dei passanti e le sirene delle forze dell’ordine non li avessero costretti alla fuga. Infatti, durante la violenta colluttazione, scaturita come al solito da motivi banali e forse alimentata anche dall’alcol, uno dei contendenti ha estratto un coltello con il quale ha minacciato i rivali. Grazie al cielo non l’ha usato contro di loro. 
Erano circa le 17,30 di ieri quando la tensione è salita alle stelle in piazza Cavour, purtroppo non nuova alle bravate di ragazzini su di giri che non esitano a venire alle mani quando perdono il controllo. Sul luogo dell’emergenza si sono fiondate due pattuglie dei carabinieri con il supporto della polizia. All’arrivo delle forze dell’ordine, i protagonisti della rissa si sono dati alla fuga. Sul posto i militari hanno però raggiunto una testimone che ha avuto la prontezza di riflessi di riprendere l’intera scena con il cellulare, accettando il rischio che i ragazzini si accorgessero di lei. Ma invece erano troppo impegnati nel prendersi a pugni. La 007 per caso ha consegnato il video agli investigatori, fornendo anche una loro descrizione, mentre altre pattuglie davano la caccia ai giovani in centro, per ora senza successo. Ma ci sono ottime speranze di acciuffarli da remoto, grazie sia al filmato registrato con il cellulare, sia alle telecamere che inquadrano piazza Cavour. Gli aggressori non avranno scampo. 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA