Degrado e incuria in piazza Cavour
I commercianti sono esasperati

Giovedì 30 Luglio 2015
Degrado e incuria in piazza Cavour I commercianti sono esasperati

ANCONA - Ad inizio estate del prossimo anno salvo complicazioni piazza Cavour, dopo i lavori di ristrutturazione iniziati a maggio scorso, sarà restituita alla città.

Per quella data la speranza è che anche le zone adiacenti siano sistemate una volta per tutte. Da queste parti il degrado e l'abbandono regnano. Basta fare un giro sotto i portici di piazza Cavour per rendersi conto. Tra muri pieni di scritte e pezzi di intonaco che periodicamente cadono in terra i veri padroni delle logge sono i piccioni.

E pensare che nella parte di loggiato compresa tra corso Garibaldi dove i problemi di decoro di certo non mancano e corso Mazzini, è presente un sistema elettrico a basso voltaggio studiato proprio per allontanare i volatili. Peccato che il sistema non è mai entrato in funzione nonostante un paio di interventi di una ditta per risolvere il problema tecnico.

Nella parte alta delle colonne decine i nidi di piccione per la disperazione degli operatori commerciali della zona e degli stessi passanti. Si è arrivati al punto che la titolare dell'edicola che si trova in cima a corso Mazzini angolo piazza Cavour per rimuovere i nidi è stata costretta a chiamare AnconAmbiente. Costo della fattura circa 100 euro. Il tutto per evitare di ritrovarsi ogni giorno le deiezioni dei piccioni sopra i giornali esposti.

Una situazione igienico sanitaria a dir poco imbarazzante anche per un vicino bar i cui tavolini vengono sistemati in base alla posizione dei nidi. Il problema da questi parti sono anche le uova che ogni tanto finiscono in terra. A proposito di terra, il camminatoio in marmo è ridotto in condizioni spaventose, specie a ridotto delle colonne, con le immancabili bottiglie di birra e liquori che ogni mattina gli operatori commerciali della zona sono costretti a rimuovere.

Numerose le richieste di pulizia avanzate all'amministrazione comunale magari associate a delle reti di protezione proprio per evitare il ritorno dei volatili. Da queste parti vige il fai da te, come racconta il titolare dell'Ottica Arabi: " Ogni mattina sono costretto ad arrivare prima in negozio per pulire lo spazio antistante la vetrina. Siamo invasi dai piccioni nel più totale menefreghismo da parte dell'amministrazione comunale. Sono proprio curioso di vedere cosa succederà sotto i portici nel momento in cui piazza Cavour sarà restituita alla città".

Ma i problemi sotto le logge di certo non finiscono qui. Buona parte delle colonne sono invase dalle scritte e come se non bastasse dalla volta del porticato causa umidità periodicamente si staccano pezzi di intonaco. Un biglietto da visita di certo non esaltante per il capoluogo di regione. A completare il quadro alcuni cartelli stradali piegati su se stessi mentre le fioriere posto all'inizio di corso Garibaldi si sono trasformate in dei cestini per l'immondizia. Ma non tutto è perduto. Tempo addietro l'amministrazione comunale aveva fissato proprio per il prossimo autunno una rivisitazione completa dell'arredo urbano a cominciare da corso Garibaldi. Nulla è stato fatto ma l'autunno deve ancora arrivare.

Ultimo aggiornamento: 13:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA