Il restyling di piazza della Repubblica nell’agenda delle riqualificazioni. Approvato il Piano opere pubbliche, ecco cosa prevede

Sabato 27 Novembre 2021 di Massimiliano Petrilli
Piazza della Repubblica, cerniera tra porto e centro di Ancona

ANCONA - Dopo anni di rinvi arriva anche la riqualificazione di piazza della Repubblica e si punta al risanamento della falesia del Passetto. Maxi interventi nelle scuole, un’ulteriore razione di via da asfaltare e l’atteso percorso pedonale di Portonovo. Il programma triennale delle opere pubbliche, approvato nei giorni scorsi dalla Giunta, a breve arriverà al voto del consiglio comunale.

Il budget complessivo è di 128 milioni dei quali 50 sono preventivati per il 2021. Ad assorbire le maggiori risorse i capitoli dedicati a manutenzioni, strade, edilizia scolastica ed impianti sportivi. Mentre proseguiranno i cantieri da 12 milioni del Bando periferie.

 

Le strade
Nel 2022 sono previsti ulteriori 4,5 milioni per le asfaltature delle vie (suddivise in 5 lotti) a cui si aggiungono 1,7 milioni per le riqualificazione dei marciapiedi e strade del centro storico. Al restyling di piazza della Repubblica, messo in agenda più volte el corso degli anni e poi sempre rimandato, è dedicato un apposito capitolo con 900mila euro. Un appalto per dare seguito ai lavori di via della Loggia così da poter uniformare l’assetto d’ingresso alla Spina dei Corsi.

Tra le new entry c’è poi la realizzazione del percorso pedonale per Portonovo (primo e secondo lotto) con un investimento di 750mila euro. Baia raggiungibile anche in bici visto che il Piano prevede completamento della ciclovia urbana per 1.160.000. Tra i percorsi ciclopedonali vi è poi la riqualificazione dell’antico sentiero Torrette-Borghetto che avrà un budget di 195mila euro.

Duecentomila euro saranno invece destinati a costruire due rotatorie per il miglioramento del traffico in via Benedetto Croce mentre 150mila euro saranno spesi a Sappanico per demolire l’edificio sul margine della carreggiata. All’abbattimento delle barriere architettoniche sono destinati nel 2022 oltre 150mila euro mentre proseguono gli interventi su via Mattei dove mezzo milione sarà investito per realizzare parcheggi ed aree.


Sul fronte delle riqualificazioni preventivati i lavori per la pinacoteca Podesti con restauro e adeguamento impiantistico (900mila euro) mentre al completamento della ripavimentazione di via XXIX Settembre sono destinati 520 mila euro. In arrivo il restauro della facciata della Torre orologio a Palazzo degli Anziani (300mila euro) dove sarà realizzato anche il nuovo Iat-ufficio informazioni (100mila euro). I

n centro poi previsti 200mila euro per la nuova sistemazione del parcheggio di via Birarelli, l’intervento all’ex convento di San Francesco (300mila) mentre 200mila euro serviranno per il nuovo ingresso in piazza Stamira di Ancona sotterranea. Mezzo milione verrà invece destinato alla riqualificazione della scalinata a mare del Passetto dove è anche previsto l’avvio dei lavori sulla falesia per 2,6 milioni. Al completamento della linea filoviaria dei bus sono invece destinati 567mila euro.


L’edilizia
Il capitolo dell’edilizia scolastica prevede i lavori alla scuola d’infanzia Il Grillo Parlante (1.790.000), all’asilo nido Agrodolce (1.477.000) e alla scuola di infanzia Sabin (800mila). Previsti anche gli adeguamenti funzionali dei centri ricreativi per minori (300mila), la riqualificazione dell’edificio di via Ragusa con il centro diurno per disabili (200mila). Nel settore sportivo proseguirò l’opera di recupero dello stadio Dorico con i lavori sull’ingresso del Viale della Vittoria (950mila) mentre 600mila euro andranno al nuovo skatepark di Posatora.

Allo stadio Del Conero interventi di manutenzione straordinaria per 300mila euro, altri 200mila per interventi al Palarossini, 150mila euro saranno invece al proseguimento della manutenzione straordinaria del Panettone e 110mila al Palascherma. Tra i numerosi capitoli vi sono poi quelli dedicati alla manutenzione straordinaria degli alloggi di emergenza per €400.000. Proseguiranno inoltre nel prossimo anno i lavori per i cimiteri sia per quello di Tavernelle che per quelli frazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA