Tremila file osceni nel computer: arrestato un pedofilo online di 42 anni

Sabato 18 Settembre 2021
Tremila file osceni nel computer: arrestato un pedofilo online di 42 anni

ANCONA - E’ partita dalla polizia postale di Ancona, dopo la segnalazione arrivata a una Onlus di un cittadino che aveva ricevuto sullo smartphone alcuni video pedopornografici da un utente conosciuto su una piattaforma di gioco online, l’indagine che ha portato all’arresto di un 42enne, della provincia di Bologna, che collezionava immagini oscene di minori.

Il vaccino per la fascia dai 12 ai 19 anni non convince le Marche: siamo sotto la media nazionale

 

Nel suo telefono cellulare, “minuziosamente suddivisi in diverse cartelle”, custodifa tmila file pedopornografici, ritraenti minori tra i 6 e i 13 anni coinvolti in atti sessuali con adulti”, che “condivideva su Telegram”. La polizia postale di Bologna ha arrestato il 42enne, un disoccupato senza precedenti, residente in provincia. L’altro ieri, nell’udienza per direttissima, il Gip di Bologna Simona Siena ha disposto per l’uomo gli arresti domiciliari. 
Alle indagini, coordinate dal pm di Bologna Bruno Fedeli hanno partecipato anche gli investigatori della Polizia postale di Ancona, Macerata e il Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online. L’indagine è scattata dopo la segnalazione, presentata a una onlus, e i successivi accertamenti svolti dalla Polizia postale di Ancona hanno portato all’identificazione del 42enne poi perquisito, che conservava i file pedopornografico nella memoria del cellulare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA