Ancona, muore in una struttura di riabilitazione dalla tossicodipendenza. Era in bagno, sotto il cadavere una siringa

Mercoledì 22 Gennaio 2020
Sul posto polizia e ambulanza, ma soccorsi inutili

ANCONA - Ieri attorno alle 21,45  gli agenti delle volanti sono intervenuti a Massignano dove in una struttura per la riabilitazione della tossicodipendenza  è morto un 41enne della provincia di Brindisi verosimilmente per overdose da oppiacei. Gli agenti hanno trovato sotto il cadavere una siringa da insulina con la quale, stando alla ricostruzione dei poliziotti, si era iniettato una dose di eroina.

LEGGI ANCHE:
Appena allattato non respira più per un rigurgito: cianotico in ospedale. Paura per un bimbo di due mesi

Violenza sessuale in piscina su bambini di 11 e 13 anni: condanna confermata all'operaio

Sul posto si è portato anche  il personale della polizia scientifica per i rilievi. L'uomo, domiciliato da qualche mese a Massignano per un percorso di riabilitazione dalla tossicodipendenza, era rientrato a casa verso le 18. I suoi coinquilini, non vedendolo per la cena, lo  trovavano poi in bagno già morto allertando i soccorsi.

Ultimo aggiornamento: 17:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA