Omicidio Vitaletti: la Cassazione conferma 16 anni di carcere per Sebastiano Dimasi

Martedì 12 Novembre 2019
Omicidio Vitaletti: la Cassazione conferma 16 anni di carcere per Sebastiano Dimasi

ANCONA - Ricorso respinto. La Cassazione conferma la condanna a 16 anni di reclusione per Sebastiano
Dimasi
, il muratore di origini calabresi, che il 28 gennaio 2017 uccise a coltellate il professor Alessandro Vitaletti. L'uomo aveva iniziato una relazione con la ex moglie di Dimasi: a qeusto punto la condanna diventa così definitiva per il muratore che già in primo grado (era l'11 gennaio 2018), dove si era proceduto con il giudizio abbreviato, aveva preso 16 anni poi confermati un anno dopo anche in Appello.

L’ha colpito con 24 coltellate Il professore è morto dissanguato

Vitaletti ucciso a coltellate per strada dal rivale geloso: domani l'autopsia

Confermati anche i risarcimenti danni ai familiari del professore, che si erano costituiti parti civili attraverso l'avvocato Marini: la moglie e i due figli, entrambi ancora studenti, pari a 100 mila euro ciascuno, più la sorella di Vitaletti, per lei 40 mila euro. L'imputato aveva sempre sostenuto che era stato Vitaletti ad aggredirlo per primo con un coltello. L'arma del delitto non è stata mai trovata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA