Ancona, negozio devastato e titolare rapinato: in manette la banda dei giovani asiatici

Mercoledì 22 Gennaio 2020
Ancona, negozio devastato e titolare rapinato: in manette la banda dei giovani asiatici

ANCONA - Devastano un minimarket e rapinano il proprietario: i carabinieri di Ancona hanno arrestato per rapina e danneggiamento 3 asiatici (due pakistani di 23 e 28 anni ed un indaino di 22) dopo pochi giorni di indagini.

LEGGI ANCHE:
Macerata, libri scolastici fotocopiati e rivenduti a prezzo scontato: denuncia e multa da 170mila euro a due copisterie

Appena allattato non respira più per un rigurgito: cianotico in ospedale. Paura per un bimbo di due mesi

Era circa le 22,30 dello scorso 11 gennaio quando i tre fecero irruzione in un mini market di corso Carlo Alberto: intimando al titolare di riaprire il negozio che stava chiudendo e ordinandogli di consegnare loro i soldi altrimenti avrebbero distrutto il locale. Di fronte al rifiuto la banda ha cominciato a colpire la vetrata con calci e pugni fino a romperla. Uno di loro, malgrado l'opposizione del titiolare, riuscì ad entrare e rubare dalle tasche del commerciante una busta con l'incasso settimanale, circa 1.200 euro. Solo la sirena dei carabinieri in avvicinamento mise in fuga il terzetto. I tre, tutti con precedenti e già colpiti dall'obbligo di dimora, sono stati rinchiusi, vistà la loro pericolosità sociale, nel carcere di Montacuto con le ccuse di rapina aggravata in concorso e danneggiamento.

Ultimo aggiornamento: 16:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA