Nascondeva oltre mezzo chilo di marijuana in cantina: trentenne anconetano incensurato in manette

Mercoledì 13 Gennaio 2021
Nascondeva oltre mezzo chilo di marijuana in cantina: trentenne anconetano incensurato in manette

ANCONA - Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Ancona hanno arrestato, nella flagranza del reato di detenzione illecita ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 30enne anconetano, incensurato.

 

LEGGI ANCHE:

«Andiamo a picchiarci». Caccia aperta alle baby gang, giovane con un coltello. Trovata anche la droga

L’operazione è stata svolta nell'ambito di un servizio finalizzato al contrasto di reati in materia di stupefacenti: erano da poco trascorse le 14 quando i Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito una perquisizione d’iniziativa nell’abitazione dell’operaio - sita nel quartiere di Collemarino - che già da qualche giorno era monitorata dagli uomini dell’Arma.

Ad insospettire i militari, infatti, era uno strano movimento notato negli ultimi tempi. I carabinieri si sono dunque presentati a casa del 30enne ed hanno così proceduto a perquisire l’abitazione. Nella sala da pranzo, occultato sotto un mobile, è stata rinvenuta una busta in cellophane contenente circa 50 grammi di marijuana, con una bilancia da cucina, un trita erba e 140 buste in cellophane integre – utilizzate per congelare gli alimenti – mentre nella cantina, posta al piano seminterrato, è stato trovato un consistente quantitativo di marijuana del peso complessivo di 650 grammi, suddiviso in buste di cellophane dello stesso tipo, nonché la somma di 1.600 euro.

Tutto il materiale e il denaro è stato sequestrato poiché ritenuto provento dell’attività di spaccio: la sostanza stupefacente, se immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 5.000 euro.

Il ragazzo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari e, nella mattinata odierna, l’arresto è stato convalidato in sede di udienza celebratasi presso il Tribunale di Ancona con condanna ad 1 anno ed 8 mesi – pena sospesa – e 2000 euro di multa.

L’arresto odierno scaturisce da servizi di controllo del territorio ed antidroga in tutta la provincia di Ancona, che hanno già permesso negli ultimi mesi l’arresto di diversi spacciatori, nonché il sequestro di diversi kg di sostanza stupefacente, come avvenuto lo scorso mese di novembre in Santa Maria Nuova e Polverigi, quando i Carabinieri hanno arrestato un giovane trovato in possesso di 133 grammi di cocaina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA