Muore dopo l'agonia per overdose
Andrea 45 anni dona gli organi

Muore dopo l'agonia
per overdose: Andrea
45 anni dona gli organi
di Stefano Rispoli
ANCONA - Ucciso dalla droga, donerà gli organi. E’ l’ultimo gesto d’amore di Andrea F., il 45enne anconetano che si è arreso ieri dopo aver lottato per tre giorni contro gli effetti di un’overdose letale. Era in coma da sabato scorso, quando è stato trovato privo di sensi nei bagni pubblici di piazza d’Armi. Nelle ultime ore il suo quadro clinico aveva dato lievissimi segnali positivi, seguiti, però, da un drastico peggioramento. Di fronte all’assenza totale di funzioni cerebrali, ieri mattina alle 10,30 il collegio medico convocato dalla direzione ospedaliera di Torrette ha avviato la procedura per l’accertamento di morte cerebrale, ufficializzata dopo le sei ore di osservazione. Il fratello e i familiari, con un gesto di grande generosità, hanno dato l’assenso alla donazione degli organi, possibile, sia pure in casi limitati, anche per persone tossicodipendenti. Le procedure di espianto sono cominciate nella notte.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 9 Gennaio 2019, 03:55 - Ultimo aggiornamento: 18:30