Il multisala della Baraccola pronto a riaprire. L'annuncio di Giometti: «All'Uci Cinema primi film a giugno»

Il multisala alla Baraccola è pronto a riaprire
Il multisala alla Baraccola è pronto a riaprire
di Andrea Maccarone
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Giugno 2021, 06:00

ANCONA - Un’estate al cinema. La famiglia Giometti, da poco rientrata al comando del multisala alla Baraccola, annuncia la riapertura tra fine giugno e i primi di luglio. Mentre l’arena cinema all’aperto della Mole Vanvitelliana inaugurerà la stagione il 24 giugno. Dunque una stagione all’insegna delle proiezioni, tra anteprime e rassegne cult. Uno stop durato un anno. Le ultime programmazioni risalgono addirittura a prima della pandemia. Poi il buio sui maxischermi. 

 


E in mezzo tutte le difficoltà sollevate dall’emergenza covid. Ma la famiglia Giometti non ha mai smesso di adoperarsi per il ritorno alla guida del multisala alla Baraccola. Così, una volta risolto il contenzioso con Uci Cinemas, ha ripreso pieno possesso dell’immobile ed è iniziato un nuovo percorso puntando dritto verso la riapertura. E ora l’annuncio: «Contiamo di ritornare in attività entro la fine di giugno, al massimo i primi di luglio - conferma Massimiliano Giometti, responsabile tecnico e commerciale dell’azienda di famiglia - tutto dipende dalle tempistiche del cantiere».


Infatti, per una rentrée in grande stile, Giometti ha voluto rinfrescare l’immagine della struttura attraverso un restyling degli ambienti all’insegna dell’innovazione tecnologica. «Nel foyer, ad esempio, verranno installate delle piattaforme di comunicazione digitali molto innovative - spiega l’imprenditore - ma la grossa novità la presenteremo tra qualche giorno e riguarderà una sala particolare». Top secret, per ora, i dettagli sul progetto. Ma le parole dell’imprenditore lasciano trasparire almeno la vision dell’intervento.

«Si tratta di uno spazio in cui la fruizione del film sarà in linea con i cambiamenti apportati dall’avvento della pandemia - spiega a grandi linee Giometti - sarà un nuovo format che colpirà per l’approccio avanguardistico». In totale 9 ambienti. E Per la ripartenza si prevede un numero minimo di circa 10 dipendenti. «Tutto dipende anche dai distributori - spiega Giometti - se torneranno a girare i film, noi avremo più prodotti da proporre e quindi potremo tornare a pieno regime con il personale». L’entusiasmo trapela dalle parole dell’imprenditore e l’attesa del pubblico di poter tornare al cinema è palpabile. 


Infatti c’è grande aspettativa anche per la consueta programmazione cinematografica sotto le stelle all’arena della Mole Vanvitelliana. Tutto pronto, o quasi, per l’inaugurazione di giovedì 24 giugno. In cartellone le anteprime, le rassegne cult e tante collaborazioni con i festival di passaggio alla Mole. In arrivo anche Pupi Avati (4 luglio) che presenterà il nuovo film “Lei mi parla ancora” e il regista Daniele Ciprì (17 luglio) per la presentazione del restauro del film “Totò che visse due volte”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA