Movida con troppi rischi in Banchina: Portella chiusa di notte e divieto per monopattini, skateboard e biciclette

Mercoledì 16 Giugno 2021 di Massimiliano Petrilli
Ancona, movida con troppi rischi in Banchina: Portella chiusa di notte e divieto per monopattini, skateboard e biciclette

ANCONA - Divieto di accesso a monopattini, skateboards e biciclette da ogni varco portuale. Portella Santa Maria chiusa dalle 18.30 alle 6. Giro di vite sugli accessi in porto dopo gli ultimi episodi che hanno fatto scattare un campanello d’allarme. Così l’Authority ha deciso di cambiare le regole a suon di ordinanze «per aumentare la sicurezza e di conseguenza garantire l’incolumità a tutti coloro che transitano nello scalo». 

Lo stop all'ingegnere è un caso politico. Quel patto anti-Meloni, più il curriculum light e lo sgarbo di La Spezia

 

Gli obiettivi

L’obiettivo della decisione è di «migliorare la coesistenza della circolazione fra i veicoli legati al traffico portuale e degli operatori con il crescente afflusso di persone diretto nell’area del Porto antico dove, nella stagione estiva, sono presenti al molo Rizzo attività di ristorazione, ricreative e intrattenimento». L’ordinanza ha due punti fondamentali. Il primo riguarda la Portella Santa Maria, «varco pedonale oggetto di molteplici segnalazioni di passaggio di motocicli e altri mezzi di trasporto non autorizzati». Così «per eliminare i rischi per gli utenti dei locali circostanti nelle ore di minore visibilità» è stata prevista da oggi «la chiusura della Portella dalle ore 18.30 alle ore 6 del mattino. Rimane disponibile l’accesso pedonale dal varco della Repubblica». 
C’è poi l’altro punto finalizzato a modificare «le modalità di accesso per le persone e per i mezzi non collegati alle attività portuali». Da domani scatta «il divieto di accesso a monopattini, skateboards e biciclette da ogni varco portuale. Saranno consentiti esclusivamente gli accessi di biciclette dei lavoratori del porto fra le 5 e le 15 o che siano utilizzate dai passeggeri e dagli equipaggi delle navi traghetto». Sempre da domani «sarà vietato l’accesso delle auto non autorizzate e dirette agli esercizi commerciali presenti nell’area portuale - si legge nell’ordinanza - Per ridurre ogni eventuale interferenza tra i pedoni e il traffico dei veicoli, le persone dirette al Porto antico dovranno passare dal varco della Repubblica con l’obbligo di utilizzare il percorso pedonale contrassegnato in rosso per chiunque intenda andare a piedi dalle aree del porto storico fino alla banchina San Francesco al Porto antico».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA