Il Comune è in lutto, addio ad Agnese Cingolani: era "la segretaria del sindaco" ai tempi di Sturani

Lunedì 20 Settembre 2021 di Massimiliano Petrilli
Agnese Cingolani

ANCONA - Se n’è andata con discrezione ma ha lasciato un vuoto enorme in tutti coloro che l’hanno conosciuta e apprezzata nel suo lavoro in Comune. Prima all’ufficio Tributi e poi nell’ufficio di Fabio Sturani, dal 1993 quando fu nominato assessore sino alla conclusione del mandato da primo cittadino. Agnese Cingolani, 76 anni a ottobre, era “la” segretaria del sindaco. Inossidabile, un pilastro di Palazzo del Popolo. Venerdì sera se n’è andata all’ospedale di Torrette dopo aver combattuto contro una grave malattia.

 
«Una grande lavoratrice, appassionata del suo compito, fidata, fedele, a tua difesa a prescindere - afferma commosso Fabio Sturani - Abbiamo collaborato in maniera incessante sin dal 1993 quando fui nominato assessore per la prima volta e la scelsi come segretaria. Sempre rispettosa, abbiamo condiviso tutti gli aspetti della via amministrativa, inclusa la parte più difficile, e sono contento di aver avuto la possibilità di lavorare insieme». Agnese Cingolani era stata assunta in Comune il 16 febbraio 1970 all’ufficio Tributi dove lavorò per 23 anni. 


«Ero la più giovane, mi avevano sistemato in un tavolinetto dietro la porta» aveva raccontato il 30 gennaio 2010, il suo ultimo giorno di lavoro in Comune. Entrata a Palazzo con Trifogli, aveva vissuto poi gli anni del sindaco Monina e poi Del Mastro («l’ho conosciuto bene, è stato il mio assessore e ha celebrato le mie nozze» con il dermatologo Leonardo Giornetta). Poi la chiamata per lavorare al fianco di Sturani.


«Ero da pochi mesi in ragioneria, con Armando Lorenzetti, che chiamato da Galeazzi per fargli da segretario non scese più - aveva raccontato a gennaio 2010 - Sturani chiamò me. E quando Fabio è stato eletto sindaco per la prima volta mi sollevò in sala giunta: ce l’abbiamo fatta, mi disse. Con Fabio siamo cresciuti insieme. Le riunioni del mattino dal sindaco erano un momento esaltante». Tra i momenti che amava ricordare anche «l’inaugurazione delle Muse, una vera emozione». I funerali sono stati fissati per oggi alle 11 nella chiesa San Gaspare del Bufalo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA