La moglie sta cucinando, lui si spara
con la pistola in camera da letto

La moglie sta cucinando,
lui si spara con la pistola
in camera da letto
ANCONA - La moglie era in cucina, impegnata nelle faccende domestiche, quando ha sentito un colpo di pistola squarciare il silenzio del focolare. E’ corsa in camera da letto e quando ha aperto la porta ha assistito all’orrore del marito agonizzante, in un lago di sangue. Subito ha afferrato il telefono per contattare il 118 che ha inviato sul posto l’automedica e un’ambulanza della Croce Gialla.

Choc in tabaccheria: la cliente entra e trova il titolare a terra morto

Le condizioni dell’uomo erano gravissime e il disperato tentativo di rianimarlo è stato inutile. Letale la pallottola che gli ha perforato il cranio, senza lasciargli scampo. Sotto choc i residenti di via Oslavia, dove ieri mattina, attorno alle 9.30, un pensionato anconetano di 79 anni ha deciso di togliersi la vita con un colpo di pistola alla tempia.

L’arma era regolarmente detenuta dall’anziano che, secondo gli investigatori, non aveva particolari problemi: tuttavia, da qualche mese un male oscuro gli ottenebrava la mente e l’ha fatto sprofondare in uno stato di depressione così profondo da decidere di farla finita. Ieri mattina, mentre la moglie era in cucina, lui si è chiuso in camera, ha afferrato la pistola e ha premuto il grilletto, per porre fine alle sue sofferenze.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Agosto 2019, 04:05 - Ultimo aggiornamento: 15-08-2019 10:10

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO