Il blu di Marina Dorica
Bandiera dell'estate

Il blu di Marina Dorica Bandiera dell'estate
di Leila Ben Salah
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Agosto 2014, 16:40 - Ultimo aggiornamento: 13 Settembre, 12:07

ANCONA - Marina Dorica? Bandiera Blu, ma non per tutti proprio meritata. Secondo soci e operatori del porto turistico mancano eventi e servizi.

C’è chi invece lo scalo lo frequenta spesso e gli piace proprio così com’è.

Di sicuro i turisti non sono stati moltissimi finora, complice anche una stagione sofferta. E spesso Marina Dorica è diventata più un luogo dove ormeggiare le barche che un punto d’attrazione vero e proprio. “Non c’è un’anima - dice Mauro Burini titolare de La Bottega Golosa Beach - lavoriamo con chi ci conosce. La gente non ha più i soldi nemmeno per mettere la benzina e le barche rimangono parcheggiate. Marina Dorica ha fatto tre eventi quest’estate: il vernacolo, la musica dal vivo e una sfilata e in queste tre occasioni il lavoro è stato eccezionale. Servono eventi, non si possono fare solo tre serate in una stagione, non è così che si porta gente qua”. E anche i soci sono d’accordo. “A prescindere dall’approdo delle barche non c’è nulla - dice una socia - i turisti non ci sono. C’è la gara di vela una volta l’anno e lì si vedono i turisti, altrimenti non c’è nessuno”. “Marina Dorica rispecchia il Comune di Ancona - dice Paolo Sacco, socio storico - come va il Comune va il porto turistico. Questa è stata una stagione negativa, ma non c’è nulla che possa attirare il turismo. Mi dispiace dirlo perché sono un socio, ma non c’è proprio niente. Cosa dà ai soci Marina Dorica? Tolti la fontana e i ristoranti qui al massimo ci si può fare una passeggiata. Quello di Numana è un porto turistico molto più bello, più serio, lì entrano veramente solo i soci. Qui abbiamo avuto anche dei furti in passato. Ora si sono attrezzati con la videosorveglianza. Ma rimango dell’idea che Marina Dorica deve dare molto di più ai soci e alla gente che viene al porto”. Si trova bene invece Enzo Morbidoni, titolare della Tappezzeria Nautica: “Sono soddisfatto in tutto, alla fine la gente c’è. Forse Marina Dorica è poco conosciuta dagli anconetani, è servita poco dagli autobus e non tutta la cittadinanza conosce questo posto. Ecco l’amministrazione dovrebbe fare qualcosa in più per migliorare questa situazione”. “Vengo qui nella pausa pranzo del lavoro - dice una ragazza - ma lo trovo molto desolato e abbandonato. Io vengo da Sirolo e la differenza con la riviera si vede”. “Sono di passaggio - dice un anconetano che approfitta del bel sole per una passeggiata - vengo qui a fare una camminata ed è un bel posto. Forse era meglio tanti anni fa quando ci si poteva fare il bagno, ma va bene lo stesso”. Felice un altro dorico doc, Matteo Morellina, che pratica yoga e si riposa davanti alle barche ormeggiate. “Secondo me Marina Dorica è organizzata molto bene, ha anche una buona attività velica - dice -. E sono molto orgoglioso che quest’anno abbia preso la Bandiera Blu, sono contento di poter usufruire di tutte le attività messe a disposizione dal porto turistico. Forse pecca della mancanza di eventi, ma mi piace una Marina Dorica tranquilla, che ospita gente che viene dall’Adriatico, da Trieste, da Ravenna, dalla Croazia. L’anno scorso ha organizzato il mondiale di vela e si sta facendo valere nel campo internazionale. Come anconetano ne sono molto orgoglioso”. Dunque il porto turistico piace anche così com’è e chi lo conosce è ben felice di ormeggiare la barca e godersi la sua Marina Dorica.

Leggi Corriere Adriatico per tre mesi a soli 9.99€ - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA