Ancona, mamma con la figlioletta rapinata
sul bus: preso il balordo con il coltello

Mamma con la figlioletta
rapinata sul bus: preso
il balordo con il coltello
di Lorenzo Sconocchini
ANCONA - Tempi difficili per le mamme che viaggiano con bimbi piccoli sui bus cittadini. Dopo il caso della profuga presa a male parole da altri passeggeri perché si era seduta con il figlio di pochi mesi su un posto riservato agli invalidi («non capisco l’italiano», era stata la sua giustificazione non sufficiente a evitarle invettive) ora si viene a sapere di una rapina commessa il 28 agosto scorso a bordo di un autobus di linea urbana ai danni di una donna e della figlioletta di appena due anni.

Litiga con il fratello e lo accoltella, un 23enne ferito all’avambraccio

La mamma, straniera, viaggiava con la piccola sul bus della linea 1/4 - l’affollatissima circolare che fa la spola tra il Passetto e Tavernelle - quando in via Marconi è stata rapinata della borsetta con soldi e documenti da un uomo che l’avrebbe minacciata con un coltello, senza farsi scrupolo del fatto che la donna era in compagnia di una bimba così piccola. Le indagini sulla rapina, avvenuta intorno a mezzogiorno, si sono concluse nel giro di una settimana.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Settembre 2019, 06:31 - Ultimo aggiornamento: 06:31