Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Collemarino piange Silvano Accoroni, pioniere del volley: stroncato da un malore improvviso a 66 anni

Silvano Accoroni aveva 66 anni
Silvano Accoroni aveva 66 anni
di Claudio Comirato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Aprile 2021, 08:09 - Ultimo aggiornamento: 15:39

ANCONA - Collemarino in lutto per l’improvvisa scomparsa di Silvano Accoroni 66 anni. L’uomo è stato stroncato da un improvviso malore nella tarda serata di mercoledì. La notizia del decesso di Silvano Accoroni ha fatto il giro del quartiere, gettando nello sconforto chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e apprezzarne le grandi doti umane e la sua grande passione sportiva. Fin dalla mattinata di ieri per le vie di Collemarini non si parlava d’altro che dio Silvano. 

LEGGI ANCHE

Dramma sul lungomare, si accascia e muore a 45 anni mentre va sui pattini: inutili i tentativi di rianimarlo

 
Da sempre residente a Collemarino, Accoroni è stato un vero e proprio pioniere della pallavolo nel quartiere basti pensare alle tante partite disputate con la Vigor Pallavolo poi Bumor e con la Lions Baby. Erano gli anni Settanta e in quel periodo grazie proprio alla pallavolo sono nate delle amicizie che sono andate avanti per anni. Nato il 13 marzo del 1955, Silvano Accoroni aveva studiato all’Itis di Torrette per poi andare a lavorare alla raffineria Api di Falconara, dove era andato in pensione nel luglio dello scorso anno.

Amato e benvoluto da tutti, Silvano era sempre pronto a dare una mano in caso di necessità. Un generoso, un uomo dal cuore d’oro che spesso e volentieri si poteva incontrare in piazza proprio a Collemarino dove amici e conoscenti di certo non gli mancavano. In tanti lo hanno visto per l’ultima volta mercoledì mattina quando si era recato al mercato al coperto in piazza Galilei per fare spesa. Con la scomparsa di Silvano se ne va un pezzo di storia del quartiere ma anche una persona schietta e sincera. In queste ore decine sono i messaggi di condoglianze pubblicati sulla pagina Facebook “Noi de Collemarino” proprio per ricordare questo pioniere della pallavolo. Messaggi di cordoglio ma anche di incoraggiamento ad andare avanti rivolti alla moglie Stefania e alla figlia Giulia alle quali Silvano dedicava ogni pensiero e ogni premura. I funerali di Silvano Accoroni per il momento non sono stati ancora fissati anche a causa delle imminenti festività pasquali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA