Ancona, Luca morto sul lavoro al porto
a 33 anni: «Quella corda era usurata»

Lunedì 7 Ottobre 2019
Ancona, Luca morto sul lavoro al porto a 33 anni: «Quella corda era usurata»

ANCONA - La cima che ha colpito fatalmente il 33enne Luca Rizzeri era usurata. Logorata a tal punto che non avrebbe dovuto essere impiegata nella fase di ormeggio della nave porta container Bf Philipp. Sono i particolari che emergono dalla perizia eseguita sulla corda in nylon che la mattina dello scorso 10 giugno ha ucciso sul colpo l’operatore dell’agenzia marittima Archibugi con una frustata fatale alla schiena. Ad eseguire l’accertamento sulla cima per conto del pm Rosario Lioniello è stato l’ingegnere Pasquale Frascione. Il professionista aveva il compito di analizzare la corda, sequestrata il giorno della tragedia dalla Capitaneria di Porto, valutandone l’eventuale stato di usura e di manutenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento