Sport in lacrime per la morte di Calderigi
fisioterapista che amava la piscina

Sport in lacrime per la morte
di Calderigi fisioterapista
che amava la piscina
ANCONA - La piscina era il suo habitat naturale. Atleta, assistente bagnante, istruttore di nuoto, poi fisioterapista specializzato nella riabilitazione in acqua. Una vita intera dedicata allo sport e alla Vela Ancona, la sua seconda famiglia. È volato in cielo, stroncato da un male, Sandro Calderigi, 53 anni, fisioterapista molto conosciuto nel mondo del nuoto anconetano. 

Lascia il figlio Michele, a cui ha trasmesso la stessa passione per lo sport, i familiari e i tantissimi amici e colleghi che piangono la sua scomparsa. Aveva scoperto la malattia un anno e mezzo fa, ma non si era mai perso d’animo. Ha combattuto come un leone, nonostante quella bestia continuasse a scavare dentro il suo corpo, senza lasciargli scampo. Era stato a lungo ricoverato a Torrette, poi qualche mese fa era tornato a casa perché le cure, purtroppo, non avevano dato i risultati sperati. Chi lo ha incontrato dice di essere rimasto colpito dal suo sorriso pacifico. 

I funerali si terranno stamattina alle 10 nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù di piazza Salvo d’Acquisto. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerd├Č 13 Ottobre 2017, 05:15 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 13:07

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO