Ancona, litigano tra di loro e prendono a calci e pugni i carabinieri intervenuti per dividerli: arrestati

Sabato 2 Novembre 2019
Ancona, litigano tra di loro e prendono a calci e pugni i carabinieri intervenuti per dividerli: arrestati

ANCONA - Prima litigano tra di loro, poi quando arrivano i carabinieri li assalgono, prendendo anche a calci la loro auto, e finiscono la loro notte brava in manette.

Porto Recanati, due uomini lo aggrediscono alle spalle: calciatore preso a pugni

San Benedetto, rubano 5 maglie della Juve, negoziante all'ospedale

Notte movimentata, quella scorsa, tra le strade del centro città di Ancona, quando una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri, ha tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di un’autovettura di servizio due cittadini di origine ecuadoregna di 24 e 26 anni.
Erano da poco trascorse le due quando i militari, a seguito di una segnalazione pervenuta sul numero di emergenza 112, intervenivano in piazza Roma per una presunta lite. Giunti sul posto notavano due uomini stranieri di origine latina-americana che alla vista dei militari tentavano di dileguarsi nella vicina piazza Stamira e via Leopardi.
Fermati dai militari per essere compiutamente identificati all’esito della richiesta dei documenti i due uomini opponevano resistenza colpendo con calci e pugni gli operanti e nel tentativo di non essere condotti in caserma uno di essi con un calcio danneggiava la portiera posteriore dell’autovettura di servizio. Sono stati arrestati per il reato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, nonché danneggiamento di autovettura militare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA