Lite furibonda in strada con il fidanzato. Lei è incinta, sviene dall'agitazione: cade e finisce all'ospedale

Venerdì 10 Settembre 2021
Agli Archi sono intervenuti i carabinieri

ANCONA - A chiamare i soccorsi sono stati i passanti che per puro caso si sono trovati ad assistere, da spettatori impotenti, a quella scena da brividi: due giovani, lui inferocito, lei agitata e in dolce attesa, che litigavano furiosamente in strada. Ad un certo punto, la futura mamma è svenuta ed è caduta a terra. Un’ambulanza della Croce Rossa l’ha caricata e portata al Salesi. Per fortuna, nel frattempo si è ripresa e, dai primi accertamenti, il suo bambino non è in pericolo. 

 

 
Si sono vissuti attimi di paura ieri mattina, attorno alle 10, in via Marconi, non lontano dalla rotatoria all’incrocio con via De Gasperi. La preoccupazione era tutta per la giovane incinta che si è sentita male al culmine di un litigio con il compagno convivente. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Ancona, oltre al 118, per ricostruire quanto accaduto. Al loro arrivo, i militari hanno trovato il ragazzo sul posto, ancora molto nervoso, ma soprattutto preoccupato per le condizioni della compagna, una ventenne di nazionalità straniera al quinto mese di gravidanza. La donna aveva perso i sensi per un attimo, probabilmente a causa del forte stato di agitazione. All’arrivo dei soccorritori si era ripresa, anche se si è reso necessario il trasferimento al Pronto soccorso ostetrico del Salesi, da cui è stata dimessa ieri pomeriggio dopo tutti gli accertamenti clinici: nessuna conseguenza, a seguito della caduta, né per lei né per la creatura che porta in grembo. I carabinieri hanno ascoltato sia la ragazza, sia il compagno, anche lui di nazionalità straniera.
La lite furibonda sarebbe scaturita da non meglio precisati motivi sentimentali, forse legati alla gelosia di uno o dell’altra. In un primo momento gli investigatori sospettavano che il ragazzo avesse alzato le mani nei confronti della donna da cui aspetta un figlio, ma grazie anche al racconto dei testimoni è stato possibile escludere un’aggressione: la ventenne non sarebbe stata neppure spinta, ma sarebbe caduta a seguito di un malore. Di conseguenza, non sono scattate denunce a carico del ragazzo, a meno che non sia la compagna a decidere di agire legalmente contro di lui. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA