Lite dopo la cena, malore nel fast food. E una donna finisce al pronto soccorso

Martedì 3 Dicembre 2019
​Lite dopo la cena, malore nel fast food. E una donna finisce al pronto soccorso

ANCONA - Consumano la cena e scappano dopo aver minacciato la madre del titolare che, per lo spavento, accusa un malore. È quanto accaduto domenica notte, attorno all’una, in un fast food degli Archi che serve pietanze etniche. Al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette c’è finita una donna di circa 50 anni, sotto choc dopo l’aggressione verbale subita da tre clienti. Sul posto sono dovuti intervenire anche i carabinieri del Norm per tutti i rilievi di rito a ricostruire la dinamica dell’accaduto. L’allarme è stato lanciato dal figlio della vittima, preoccupato per le condizioni della madre e la visita dei tre clienti, da lui conosciuti.

LEGGI ANCHE:

Civitanova, al ristorante a mangiare pesce in 5 scappano senza pagare il conto

Cenano e scappano senza pagare il conto: scattano inseguimento e rissa

Stando a quanto emerso, il gruppetto avrebbe messo piede al locale per consumare un pasto. Panino e bibita. Una cena semplice. Terminato di mangiare e bere, il trio avrebbe iniziato a minacciare pesantemente la donna che in quel momento si trovava dietro al balcone. Il motivo dell’invettiva è al vaglio dei militari. Alla fine dell’aggressione, rimasta sempre su un piano verbale, i tre uomini – tutti di origine straniera – sono usciti dal locale e si sono dileguati nel buio della donna. La donna, a causa dello spavento e delle fragili condizioni di salute, ha accusato un lieve malore. Per questo, è stato lanciato l’allarme alla centrale operativa del 118, intervenuta con l’ambulanza. La donna è stata trasferita all’ospedale di Torrette per i controlli del caso. Non è grave. I carabinieri, invece, hanno interrogato il figlio – gestore del locale - per capire cosa possa aver portato i tre clienti a tenere un comportamento violento. Le indagini sono in corso e continueranno a prescindere dalla querela sporta dalla vittima. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA