Ancona, via libera al restyling bis di via XXIX Settembre: l'Aquila imperiale svetterà sul boulevard

Ancona, via libera al restyling bis di via XXIX Settembre: l'Aquila imperiale svetterà sul boulevard
Ancona, via libera al restyling bis di via XXIX Settembre: l'Aquila imperiale svetterà sul boulevard
di Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Novembre 2022, 02:00

ANCONA - Via libera della Giunta al progetto definitivo-esecutivo per il completamento della pavimentazione e della balaustra di via XXIX Settembre: costerà 520mila euro la seconda tranche di un restyling infinito, rallentato prima dal Covid e poi dai prezzi alle stelle dei materiali.

Il Comune conta di pubblicare il bando entro dicembre. «Vogliamo far partire i lavori all’inizio del 2023 e concluderli entro giugno», dice l’assessore Paolo Manarini, che sottolinea: «Procederemo per stralci, in modo da non creare eccessivi disagi ai cittadini». L’obiettivo è portare a conclusione gli interventi di riqualificazione del boulevard con vista mare che «dovevano risultare ultimati - si legge nella delibera - e invece, a tutt’oggi, sono ancora in corso di esecuzione». 

Le opere

Il restyling riguarderà sia il tratto attualmente interessato dal cantiere in ritardo, tra la statua di Traiano e Porta Pia, sia quello successivo tra Porta Pia e il Mandracchio: in quest’ultimo segmento verrà rimossa la vecchia balaustra in marmo, da sostituire con quella nuova, già installata nell’altra fetta di boulevard. Per ragioni di economicità, il progetto esecutivo «potrà prevedere la suddivisione dell’intervento in due lotti funzionali, essendo necessario concludere quanto più celermente l’opera, vista la natura strategica della riqualificazione dell’intera porzione del waterfront». Entro dicembre dovrebbero essere conclusi i lavori del primo stralcio, costati 1,2 milioni e finanziati dal Bando Periferie. Poi si passerà alla seconda tranche da 520mila euro, a spese del Comune. Davanti alle vetrate che alleggeriscono le balaustre verranno collocate delle panchine con vista mare e verrà rifatta la pavimentazione storica in pietra bianca, che sarà funzionale all’installazione dei nuovi pali per l’illuminazione pubblica previsti dal piano Iti Waterfront. L’intervento avrà un valore non solo architettonico, ma anche storico-culturale. Il progetto redatto dallo studio Brunetti Filipponi e Associati, infatti, prevede la ricollocazione dell’Aquila imperiale attribuita all’anconetano Mentore Maltoni. La scultura in travertino di dimensioni 153x139 e del peso di 4 quintali faceva parte del complesso dell’imperatore Traiano inaugurato nel 1934 in via XXIX Settembre.

La statua

Misteriosamente sparita per decenni, fu ritrovata nel 2016 dai carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale in un giardino privato, ma ci vollero 3 anni per accertare che il Comune ne è il proprietario e sequestrarla. Ora è esposta in Pinacoteca, ma a lavori ultimati potrebbe tornare a svettare in via XXIX Settembre, anche se su questa ipotesi la Giunta non si è ancora espressa e servirà l’ok della Soprintendenza. Il progetto prevede, inoltre, il recupero delle targhe celebrative di Porta Pia, una dedica (dietro la statua dell’ancora) ai 5 marittimi caduti nel naufragio del rimorchiatore “Franco P.” nel maggio scorso e un’altra ai Caduti e Martiri della Resistenza sul monolite in pietra bianca a loro dedicato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA