Con una laurea dell'Università Politecnica è sempre più facile trovare lavoro: ecco tutti i dati

Lunedì 21 Giugno 2021 di Lorenzo Sconocchini
Con una laurea dell'Università Politecnica è sempre più facile trovare lavoro: ecco tutti i dati

ANCONA  - L’Università Politecnica delle Marche forma laureati sempre più in grado di ritagliarsi uno spazio adeguato nel mondo del lavoro e delle professioni. E’ quanto emerge dal XXIII Rapporto sul profilo e sulla condizione occupazionale dei laureati di 76 Universitàitaliane elaborato dal Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea. I risultati sulla condizione dei laureati dell’Università Politecnica delle Marche sono ritenuti dall’Ateneo dorico “ottimi”.

 


Prosegue infatti il trend positivo degli ultimi anni per quanto riguarda il tasso di occupazione e le retribuzioni, entrambi i dati si mostrano più elevati della media nazionale. Secondo il XXIII Rapporto AlmaLaurea, spiega in una nota Univpm, sale il tasso di occupazione dei laureati magistrali della Politecnica marchigiana a 5 anni dalla laurea: rispetto all’anno scorso, si è passati dal 91,4% a 93,4%. Il 59% dei laureati a 5 anni dalla magistrale è assunto con contratto a tempo indeterminato e percepisce una retribuzione media pari a 1.629 euro mensili netti (con un aumento di circa 100€ rispetto all’anno scorso). Ma dove vanno a lavorare i laureati di Univpm? L’82,3% nel settore privato, il 17,1% nel pubblico, mentre la restante quota (0,5%) lavora nel non-profit.

L’ambito dei servizi assorbe il 57,5%, mentre l’industria accoglie il 40,6% degli occupati e l’1,6% lavora nell’agricoltura. Anche il tasso di occupazione dei laureati triennali (che non si sono mai iscritti ad un successivo corso di laurea) ad un anno dalla laurea, è salito rispetto all’indagine dell’anno precedente: si è passati dall’80,3% all’84,1%. Anche se la maggior parte dei laureati triennali Univpm prosegue il percorso universitario (69,7%).
Infine, il 92,6% dei laureati Univpm si dichiara soddisfatto dell’esperienza universitaria nel suo complesso. «I dati mostrano - è il commento di Univpm - come l’offerta formativa dell’Università Politecnica delle Marche sia un ottimo strumento per l’ingresso nel mondo del lavoro».

Per il prossimo anno accademico l’Ateneo ha ampliato il suo panorama formativo con cinque nuovi corsi di laurea attenti alle sfide del domani. Ambiente, agricoltura, sostenibilità e salute sono le parole chiave della nuova offerta formativa. Al via per il prossimo anno i corsi: Sistemi Agricoli Innovativi, Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva e Scienze riabilitative delle professioni sanitarie. A questi si aggiungono Logopedia e Fisioterapia che rafforzano la loro presenza nel territorio. 


«Sono percorsi innovativi, caratterizzati da un forte approccio multidisciplinare», spiega la Politecnica. Saranno presentati tutti i corsi di Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Scienze, triennali, magistrali e a ciclo unico dell’Università Politecnica delle Marche durante i prossimi open day, in programma dal 6 al 15 luglio 2021. “Guardando al futuro” è il titolo dell’appuntamento che prevede incontri in presenza, presso le aule delle facoltà e dei dipartimenti ma anche online. Per maggiori informazioni: www.orienta.univpm.it.

 

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 09:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA