Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Truffe miliardarie: ricercata cinese presa prima che possa partire per la Grecia

Il carcere di Villa Fastiggi
Il carcere di Villa Fastiggi
2 Minuti di Lettura
Martedì 19 Luglio 2022, 16:02

ANCONA - È accusata di "truffe miliardarie" ai danni di soggetti e pubblici e privati e per questo era in fuga per il mondo: ma la sua corsa si è fermata ad Ancona, dove i poliziotti l'hanno presa prima che potesse imbarcarsi per la Grecia. Si è conclusa nelle ultime ore la latitanza di una donna di circa 35 anni, di origini cinesi, ricercata in campo internazionale dalle Forze di Polizia.

La donna, consapevole delle accuse mosse nei suoi confronti dalle autorità cinesi, nel settembre 2019 aveva lasciato il suo territorio di origine per sfuggire alla cattura, scegliendo di darsi alla latitanza. Nelle prime ore del mattino, grazie al lavoro degli uomini della Squadra Volante e della Squadra Mobile della Questura, la donna è stata arrestata, dopo essere stata intercettata in un albergo anconetano. Era giunta in Italia dalla Germania e aspettava di imbarcarsi in un traghetto diretto in Grecia. La donna, in stato di arresto, è stata condotta dai poliziotti presso il carcere femminile di Villa Fastiggi (PU), in attesa di estradizione in Cina, per l’espiazione della pena di 10 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA