Notte choc, lancia vasi e piatti dalla finestra: due auto sfasciate, una poliziotta all'ospedale

Lunedì 8 Novembre 2021 di Stefano Rispoli
Una delle auto distrutte dal lancio di oggetti

ANCONA - In preda ad una crisi di nervi ha gettato di tutto dalla finestra: vestiti, recipienti, sedie, suppellettili, vasi di fiori. I più pesanti hanno sfasciato due auto in sosta, ma fortunatamente nessuno è stato colpito dal lancio di oggetti. Tuttavia all’ospedale, oltre alla donna che ha dato in escandescenze, è finita una poliziotta, rimasta ferita mentre tentava di riportarla alla calma. 

 

 
Una notte choc quella vissuta in piazza Diaz dove, attorno alle 2, una giovane che vive in un’abitazione agli ultimi piani di un palazzo, in forte stato di agitazione, si è messa a buttare di tutto dalla finestra, incluse pentole, ceste, piatti e bicchieri. Il frastuono degli oggetti in frantumi e le urla della donna hanno messo in allarme l’intero vicinato. Decine le richieste d’aiuto pervenute al 112, il numero unico dell’emergenza territoriale. Sul posto si sono precipitati i mezzi del 118, con l’automedica e la Croce Rossa, insieme alle Volanti della questura dorica. Al loro arrivo, tra piazza Diaz e via Cesare Battisti, si sono imbattuti in una scena di devastazione. Due auto parcheggiate sotto l’abitazione in questione, una Bmw Serie 3 e una Lancia Y, erano completamente sfasciate nella parte posteriore, con i cristalli distrutti probabilmente dal lancio di alcuni vasi di fiori, a giudicare dal terriccio che ricopriva le due vetture. 
In strada, scodelle, recipienti di vetro e vestiti, tutti piovuti dalla finestra della ragazza che, sopraffatta da una crisi isterica, continuava a gridare in piena notte, svegliando i vicini. Gli agenti della Squadra Volante hanno subito individuato l’appartamento da cui proveniva quel diluvio di oggetti che avrebbero potuto colpire anche i passanti, benché a quell’ora in piazza Diaz non ci fosse nessuno. Quando sono entrati in casa, hanno dovuto fare i conti non solo con lo stato d’agitazione dell’inquilina, completamente fuori di sé, ma anche con i suoi due cani che, nel caos generale, abbaiavano minacciosamente e si mostravano aggressivi. Facendo ricorso a tutta la loro esperienza, gli agenti sono riusciti a rinchiuderli in una stanza, mentre la ragazza, che continuava ad inveire e gridare, ha ferito una loro collega, scagliandosi contro di lei. La poliziotta è stata accompagnata al Pronto soccorso di Torrette per accertamenti, mentre la giovane, grazie anche alle tecniche di contenimento adottate dal personale del 118 e della Croce Rossa, una volta messa nelle condizioni di non nuocere né a se stessa né agli altri, è stata trasportata all’ospedale con un trattamento sanitario obbligatorio. A ripulire la strada da quello che ieri mattina, a molti anconetani di passaggio in piazza Diaz sembrava a prima vista un raid vandalico, ci hanno pensato gli operatori di Anconambiente. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 18:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA