Si sveglia e trova due ladre in casa, ragazzo sorprende coppia di rom a rovistare

Mercoledì 8 Luglio 2020 di Claudio Comirato
Si sveglia e trova due ladre in casa, ragazzo sorprende coppia di rom a rovistare nell'appartamento al rione Adriatico
ANCONA - Ricordatevi bene di chiudere bene la porta di casa, sempre a doppia mandata. Anche se magari siete nel vostro appartamento in pieno giorno e pensate di essere al sicuro. Perché può capitare, com’è successo nei giorni scorsi in una palazzina del quartiere Adriatico, di scendere dal letto e ritrovarsi faccia a faccia con due nomadi entrate di soppiatto. 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l'Oms avverte: «L'epidemia sta accelerando, l'apice non è stato ancora raggiunto»

LEGGI ANCHE: Spiagge libere, un caos: furbetti e controlli flop. «Ora basta». Arrivano le multe, quando scattano

 

Il tam tam sui social
La brutta avventura è capitata a un ragazzo anconetano residente dalle parti di via Damiano Chiesa non distante dallo Stadio Dorico nel cuore, ma a sentire il tamtam sui social sembra che nel quartiere anche altri abbiano avuto ospiti indesiderate. Secondo quanto ricostruito da alcune testimonianze, il giovane stava ancora dormendo, in tarda mattinata. quando è stato avvisato dalla compagna che sarebbe andata al mare per qualche ora. Lui è rimasto a dormire, mentre la donna è uscita di casa chiudendo la porta, ma senza assicurare le doppia mandata alla serratura avendo lasciato il compagno in casa che dormiva. 

La lastrina
Dopo qualche minuto la porta di casa si è riaperta, ma non perché la donna fosse tornata indietro per prendere qualcosa che aveva dimenticato. A entrare, riuscendo a far scattare la serratura probabilmente con delle lastre da radiografia, sarebbero state due nomadi. Una volta all’interno dell’appartamento le due ladre, dall’apparente età compresa tra i 30 e i 40 anni, hanno iniziato a rovistare ovunque forse convinte che non ci fosse nessuno. Un aspetto questo che potrebbe far ipotizzare che l’appartamento fosse tenuto sotto controllo e con l’uscita di casa della donna le due hanno pensato di avere via libera ma le cose sono andate diversamente.
Così le nomadi non hanno usato modalità troppo felpate, convinte com’erano di agire in solitudine. Qualche rumore di troppo così ha fatto scendere dal letto il ragazzo, ancora assonnato ma non del tutto sprofondato nel mondo dei sogni. Con gli occhi semichiusi il giovane insospettito dai rumori si è ritrovato faccia a faccia con le due donne che hanno preferito scappare correndo a perdifiato lungo le scale facendo perdere le proprie tracce.


Era scalzo
Impossibile per il giovane mettersi a rincorrere le due donne, scappate saltando tre scale alla volta e dileguatesi dalle parti dello stadio Dorico. Tanto più che il ragazzo era scalzo e avrebbe rischiato anche di farsi male.
Non si sarebbe trattato di un caso isolato. La presenza di queste due nomadi in giro per il quartiere Adriatico di certo non è passata inosservata e nin alcuni gruppi collettivi aperti su Facebook già da qualche giorno giravano dei post a tal riguardo da parte di persone che avevano notato la coppia in atteggiamenti piuttosto sospetti. 
Una zona, quella del quartiere Adriatico, dove risiedono molti anziani e già in passato si erano avuti furti e raggiri ma anche scippi in modo particolare dalle parti di via Maratta. Recentemente proprio uno scippatore aveva agito in zona, ma è stato poi identificato e arrestato dai Carabinieri di Falconara. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA