Innovativo intervento a Gastroenterologia su un paziente di 91 anni

Giovedì 4 Marzo 2021
Marco Marzioni

ANCONA - La scorsa settimana è stato eseguito, per la prima volta nella nostra regione, un intervento mini-invasivo in un paziente di 91 anni ricoverato presso la Clinica di Gastroenterologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “Ospedali Riuniti” di Ancona.

 

«L’intervento – spiega Marco Marzioni, ricercatore dell’Univpm, medico presso la Clinica di Gastroenterologia dove ha eseguito la procedura – consiste nel creare per via endoscopica un tramite tra la colecisti ed il duodeno, posizionando uno stent sotto guida ecoendoscopica. Si applica nei casi di pazienti con una infiammazione acuta della colecisti che non possono eseguire il trattamento di elezione, cioè l’asportazione chirurgica della colecisti stessa. Ci sono però molti pazienti, in particolar modo gli anziani, che sono troppo fragili per poter sopportare l’intervento chirurgico: questa nuova procedura rappresenta un’opzione terapeutica proprio per loro, perché gli consente di guarire e di non incorrere in recidive (e quindi in ulteriori ricoveri)». «Questo caso – commenta Antonio Benedetti, direttore della Clinica di Gastroenterologia – dimostra come l’innovazione tecnologica applicata alla medicina ha delle ricadute immediate sulla salute della nostra comunità».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA