Ancona, si accascia mentre gioca
sul campo da beach, viene salvato

Si accascia mentre gioca
a beach volley, cinquantenne
salvato col defibrillatore
ANCONA - Ha rischiato di morire per una schiacciata di troppo. Gli hanno salvato la vita un medico che giocava nel campo vicino al suo e il defibrillatore. Tragedia sfiorata ieri pomeriggio al Palabeach di via Primo Maggio, alla Baraccola. Erano passate da poco le 19 quando un 50enne di Loreto (W.M. le sue iniziali) ha accusato un malore che poteva risultare fatale. Stava disputando una partitella amatoriale a beach volley, lo sport di cui è appassionato, insieme ad un gruppo di amici quando all'improvviso è andato in arresto cardiaco. E' stramazzato sulla sabbia, privo di sensi, tra lo choc generale dei presenti. Non rispondeva alle sollecitazioni, il battito era assente. L'allarme al 118 è stato lanciato subito, ma non c'era tempo da perdere, così in attesa dell'arrivo dell'ambulanza è scattato il piano di emergenza. Provvidenziale l'utilizzo di un defibrillatore, di cui la struttura fortunatamente è dotata, da parte di Alessio Salati, dipendente del Palabeach. Ma altrettanto prezioso è stato l'intervento di Omar Abbondanza, che si stava allenando col suo team e di un medico di Torrette, lo psichiatra Matteo Giordani. In tre sono riusciti a rianimare lo sfortunato giocatore ancor prima dell'arrivo della Croce Gialla e dell'automedica del 118. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 30 Aprile 2016, 09:35 - Ultimo aggiornamento: 30-04-2016 18:24

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO